Notizie »

Partecipazione elettorale dell’86%, segno di disperazione; milioni ricordando Fidel, sindrome di Stoccolma: Cuba versione ‘El Mundo’

CubaeleccionesUn anno fa, dopo la morte di Fidel Castro, il quotidiano spagnolo “El Mundo” spostava  a L’Avana il suo corrispondente Daniel Lozano (1), che ci spiegava, allora, perché milioni di persone facevano lunghe file (2). Perché tante piangevano per le strade per il leader cubano: vivevano una “sindrome di Stoccolma” collettiva (3).

Un anno dopo, questo stesso giornalista era l’incaricato di occuparsi delle recenti elezioni municipali sull’isola (4): “una fantasia rivoluzionaria -così le descrive- che nasconde elezioni teledirette dal potere, dalle quali sono stati esclusi quasi duecento oppositori” (5).

Ma è vero che furono ‘esclusi’ questi presunti “oppositori” (6)? Rivediamo: come consentito dalla Legge Elettorale, di 60 mila candidature, la cosiddetta “dissidenza” ha ottenuto presentarne, in diversi comuni del paese, 182 (7). Un’operazione che contò sul sostegno dei due grandi partiti USA, attraverso i suoi istituti Repubblicano Internazionale e Nazionale Democratico (8). Ma a Cuba, -ricordiamo- le candidature sono proposte ed approvate dai vicinati riuniti in assemblea. E nessuna di esse ha eletto uno solo dei presunti 182 “oppositori” (9).

“El Mundo” ci dice che a queste persone “è stato impedito partecipare dopo la campagna sporca che ha messo in moto l’apparato statale” (10). La prova sarebbe -ci dice- un “video trapelato in cui (il vicepresidente Miguel Díaz-Canel) ordinava impedire che gli oppositori potessero concorrere alle elezioni” (11). Qualcosa di totalmente falso: nel video Díaz-Canel spiega, semplicemente, come si sta informando, nei quartieri, circa la natura politica di queste candidature: “affinché la gente abbia percezione del rischio (politico), cosicché la gente li conosca”, sono le sue parole (12). Ed un dettaglio curioso: il modo che ha “El Mundo” per squalificare il vicepresidente è la sua mancanza di “interesse a diventare il Gorbaciov cubano”.

Un “dissidente” si lamentava del fatto che “avrebbero potuto ottenere circa 25 nomine nelle urne” (13). 25, ricordiamo, di 27mila che sono nell’intero paese (14), Un fallimento che  incanalavano chiedendo al Governo cubano qualcosa di assurdo in qualsiasi paese del mondo: “che le schede bianche o (nulle) con messaggi a favore di un plebiscito siano contate come voti validi” (15). “El Nuevo Herald” di Miami denunciava che “nel sistema elettorale cubano, tutte le schede bianche e quelle che non si emettono a favore di un qualche candidato vengono annullate”. Falso: la Commissione Elettorale di Cuba – come quella di qualsiasi paese del mondo – conta l’astensione, voti bianchi e nulli, i cui dati sono inclusi nella sua statistica ufficiale. In queste elezioni, l’astensione è stata del 14%, il voto bianco del 4,12% ed il nullo del 4,07% (16).

Colpisce una partecipazione elettorale dell’86% in un paese che vive in “totale amnesia ed apatia”, come ci dice “El Mundo” (17). Che assicura che “quelle di quest’anno sono le cifre più basse della rivoluzione”, ciò che si dovrebbe allo “stato di disperazione che attraversa il paese” (18) Conclusione: la disperazione di un popolo è direttamente proporzionale alla sua partecipazione elettorale. Motivo per cui Cuba deve imparare tanto dal Cile, con un’astensione del 53% (19), o dalla Colombia, con il 62% (20). Ora tutto è già…molto più chiaro.

José Manzaneda, coordinatore di Cubainformacion

Traduzione: Francesco Monterisi

per vedere il video

 

(1) http://ariadna.elmundo.es/buscador/archivo.html?q=daniel%20lozano&t=1&s=1

(2)  http://www.elmundo.es/internacional/2016/11/28/583c3b4c22601dec3f8b45f7.html

(3)  http://www.elmundo.es/internacional/2016/12/01/5840846922601d8a688b4627.html

(4)  https://www.telesurtv.net/news/Elecciones-en-Cuba-Sistema-representativo-o-participativo-20171121-0053.html

(5)  http://www.elmundo.es/internacional/2017/11/26/5a1a0a8d46163ffe288b45d1.html

(6)  http://www.cubainformacion.tv/index.php/contratuit/77019-historico-la-disidenciaa-legitima-la-democracia-cubana-

(7)  http://www.lavanguardia.com/politica/20171126/433231068026/plataforma-opositora-monitorea-elecciones-cubanas-sin-grandes-dificultades.html

(8)  http://www.radiocubana.cu/la-opinion/29-de-la-prensa-cubana/19263-disidencia-participaria-en-elecciones-de-cuba-segun-estrategia-disenada-por-eeuu

(9)  https://percy-francisco.blogspot.com.es/2017/10/elecciones-2018-otra-vez-el-pueblo.html

(10)       http://www.elmundo.es/internacional/2017/11/28/5a1cc05ae2704edc678b45ee.html

(11)       http://www.elmundo.es/internacional/2017/11/12/5a0757e7468aeb194d8b4656.html

(12)       https://www.youtube.com/watch?time_continue=8&v=nxy1kXtn974

(13)       https://elpais.com/internacional/2017/11/24/america/1511555900_360529.html

(14)       https://www.telesurtv.net/news/elecciones-Cuba-candidatos-20171108-0074.html

(15)       http://www.elnuevoherald.com/noticias/mundo/america-latina/cuba-es/article186604418.html

(16)       http://www.cubadebate.cu/noticias/2017/11/27/comision-electoral-nacional-ofrece-datos-preliminares-de-elecciones/#.Wh1GMnlryig

(17)       http://www.elmundo.es/internacional/2017/11/25/5a185dace5fdeab7218b4615.html

(18)       http://www.elmundo.es/internacional/2017/11/28/5a1cc05ae2704edc678b45ee.html

(19)       http://www.elpais.cr/2017/11/22/candidatos-que-perdieron-elecciones-en-chile-muestran-su-apoyo-a-pinera-o-guillier/

(20)       http://www.bbc.com/mundo/noticias-america-latina-37539590

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*