Notizie »

Scambio culturale: da Lecco a Cuba

scambio-cuba-manzoni-bertacSaranno 19 i ragazzi del Manzoni e del Bertacchi, classe 1998, che il 14 partiranno per Cuba, dove resteranno, per una settimana di scambio culturale, nella provincia di Las Tunas; il loro rientro in Italia sarà il 22 mattina.

Il gemellaggio coinvolge i due licei lecchesi e altrettanti istituti cubani: il pre-universitario Luis Urquiza Jorge e la scuola d’arte e musica El Cuculambè. A realizzare il viaggio è stata l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba, che compie 20 anni e, per l’occasione, lancia questo ponte straordinario tra culture e continenti. Gildo Caimi, coordinatore regionale dell’associazione, ha curato i rapporti tra la nostra regione e quella di Las Tunas.

È la prima volta in Italia – fa notare il presidente dell’associazione Antonio Galli – che si crea un gemellaggio tra delle nostre scuole e alcune cubane. E come sottolinea il preside Giovanni Rossi del Manzoni “Questa è un’opportunità speciale per i nostri ragazzi: sarà un’esperienza umana, oltre che culturale ed è rilevante che si cerchi di unire diversi Paesi in un’epoca dove la prevalenza è quella di creare barriere. Le nostre scuole hanno già fatto esperienze di questo tipo, ma non erano ancora uscite dal continente prima d’ora. Abbiamo accettato volentieri di festeggiare i vent’anni dell’Anaic, i cui valori sono condivisi da noi e dai nostri studenti. Si sono quindi, da subito, attivate le professoresse Gentile e Mauri, insieme con i ragazzi, per realizzare questo scambio: questo potrebbe essere un piccolo contributo ad abbattere i muri di cui tanto si parla ultimamente”.

L’assessore alla Cultura del Comune di Lecco Simona Piazza ricostruisce gli avvenimenti: “Otto mesi fa sono state messe in contatto le scuole con l’associazione e ora, vicini alla partenza dei ragazzi, siamo qui per sostenere questo gemellaggio tra istituti, attraverso il patrocinio del Comune e una donazione di alcune oepre della tradizione letteraria italiana: Pirandello e l’immancabile Manzoni, che, tramite I Promessi Sposi, farà conoscere un po’ di Lecco ai cubani, saranno gli ambasciatori della nostra cultura, insieme ai 19 studenti”. L’assessore, quindi, consegna a cinque ragazzi i volumi che il Comune donerà alle biblioteche degli istituti di Las Tunas che ospiteranno i giovani lecchesi.

La professoressa Paola Mauri, che ha seguito l’iter del progetto sin dall’inizio, sottolinea che “la scuola di anche solo pochi anni fa non offriva opportunità di portata simile: oltre all’alternanza scuola-lavoro, si sta andando sempre più decisi verso un’apertura internazionale, con raggio sempre più ampio. Rilevante – conclude – è che i nostri ragazzi vadano nelle famiglie e frequentino le scuole locali: è come gettare dei piccoli semi, che poi daranno i loro frutti”.

A. To.

da lecconews.lc

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*