Notizie »

Venezuela sollecita sospendere la sessione straordinaria dell’OSA

Delcy Rodriguez

Delcy Rodriguez

Il Governo del Venezuela ha esatto oggi la sospensione della sessione straordinaria dell’OSA, convocata per il 28 marzo, su richiesta di 18 paesi, considerandola illegale secondo gli statuti del forum regionale.  

C’è in corso un tallonamento contro Venezuela diretto dagli Stati Uniti attraverso l’occupante della Segreteria Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA), Luis Almagro, assicura un comunicato pubblicato dalla cancelliera della nazione sud-americana, Delcy Rodriguez, nel suo account della rete sociale Twitter.

Secondo la comunicazione, Almagro dirige un gruppo di governi che conformano una fazione minoritaria e fomentano “un ambiente internazionale venefico sul trascorrere della vita democratica in Venezuela, pretendendo distruggere la sua sovranità ed indipendenza”.

“Davanti a questi avvenimenti gravi ed irregolari sviluppati nel seno dell’OSA, sollecitiamo al presidente del Consiglio Permanente di sospendere la riunione prevista senza contare con il consenso del nostro governo, come lo contemplano le norme dell’Organizzazione”, propone il documento divulgato questo lunedì.

Il Governo Bolivariano ha anche messo in allerta sui “gravi pericoli che incombono sulla vigorosa democrazia venezuelana ed il suo modello di successo dei diritti umani”, come conseguenza dell’assalto mediatico e diplomatico dell’OSA “contro il sistema costituzionale” della nazione sud-americana.

“Destabilizzare Venezuela avrà effetti oltre le nostre frontiere, e peserà fortemente sulla vita regionale ed il divenire storico della Patria Grande”, sottolinea il testo.

Inoltre, reiterò il suo rifiuto categorico al “piano interventista che una fazione minoritaria di paesi dentro l’OSA pretende svolgere contro la nostra Patria, ed anche ripudia lo smisurato ed illecito comportamento del Sig.. Luis Almagro attraverso le sue azioni criminali contro i poteri pubblici del Venezuela.

Infine, il comunicato segnala che se persiste “l’illegale, unilaterale, deviata e parziale attuazione a favore degli estremisti violenti in Venezuela”, il governo reagirà con “severità e fermezza attraverso i mezzi diplomatici, gli strumenti del Diritto Internazionale e conforme all’ordine costituzionale venezuelano”, ha concluso.

da Prensa Latina

Foto: @vencancilleria

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*