Notizie »

Risaltano apporto dei medici laureati a Cuba nelle comunità degli USA

CUBA-ELAM1Il progetto di Cooperazione di Educazione Medica con Cuba (Medicc) ha sottolineato che i laureati nordamericani della Scuola Latinoamericana di Medicina (ELAM) permettono oggi di migliorare l’equità sanitaria nelle comunità degli Stati Uniti.  

L’organizzazione senza fini di lucro, con sede in California, si congratulò in un comunicato con i laureati del centro educativo creato a Cuba nel 1999, che furono scelti dal Programma Nazionale di Assegnazione di Residenze in differenti stati nordamericani.

Come riconobbe Medicc, il cui lavoro si focalizza nel promuovere la collaborazione medica tra i due paesi, i laureati statunitensi dell’ELAM affrontano una serie di ostacoli una volta che ritornano nella loro nazione.

Tra queste barriere menzionò superare gli esami per la Licenza Medica negli Stati Uniti ed affrontare lo stigma politico di aver studiato in un programma cubano.

Tuttavia, sottolineò l’organizzazione, quando questi studenti si laureano sono liberi di debiti, completamente bilingue, e compromessi ed equipaggiati per lavorare nelle comunità vulnerabili.

Venendo da luoghi di basse entrate, i laureati sono una risposta alla scarsità di medici culturalmente competenti che si dedichino a migliorare l’equità nella salute, sostenne Medicc.

L’ELAM, la scuola di medicina più grande ed etnicamente più diversa del mondo, fu stabilita con la missione di proporzionare educazione gratuita a studenti brillanti, appassionati per servire nelle comunità di basse entrate e trascurate dal punto di vista della salute, ricordò il progetto.

Dalla sua prima laurea nel 2005, l’istituzione ha abilitato quasi 25 mila medici di 84 paesi di tutto il mondo, ha concluso.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*