Notizie »

Fidel: “La donna è una Rivoluzione dentro la Rivoluzione”

Fidel Castro con Celia Sanchez

Fidel Castro con Celia Sanchez

In ogni momento, Fidel aveva presente la donna, soprattutto la donna cubana che considerò un pilastro in ognuna delle “rivoluzioni” sociali, culturali, educative che ebbero luogo a Cuba. Fidel parlò molto delle donne e difese sempre per loro uno scanno nel Parlamento, in posti di direzione, e perfino, nella vita militare, ha preservato loro uno spazio.  
 
Il Sito Fidel Soldato delle Idee, ricorda alcuni dei momenti in cui Fidel, nei discorsi, si riferì alla donna cubana:

“La donna è una Rivoluzione dentro la Rivoluzione”

“Lavorare, per organizzare e per porre attivamente lo spirito creativo, l’entusiasmo della donna cubana, affinché la donna cubana, in questa tappa rivoluzionaria faccia sparire fino all’ultimo vestigio di discriminazione; ed abbia, la donna cubana, per le sue virtù e per i suoi meriti, il luogo che le corrisponde nella storia della patria.”
Parole pronunciate per la creazione della Federazione delle Donne Cubane, 23 agosto 1960

“Con la Rivoluzione sta scomparendo una dalle forme di discriminazione più ingiusta che esiste: la discriminazione della donna, di cui non si parlava ma era latente, sussisteva e pesava in una maniera tremenda sulla donna nel nostro paese.”

Discorso nella chiusura del Terzo Plenario Nazionale della Federazione delle Donne Cubane, 19 febbraio 1965

“(…) la donna deve condividere la lotta contro lo sfruttamento, contro l’imperialismo, il colonialismo, il neocolonialismo, il razzismo; in due parole: la lotta per la liberazione nazionale. Ma quando finalmente si capirà l’obiettivo della liberazione nazionale, le donne dovranno continuare a lottare per la loro propria liberazione dentro la società umana.”

“Indubbiamente le società sfruttatrici, le società classiste, hanno sfruttato la donna, l’hanno discriminata e l’hanno resa vittima del sistema. La società socialista deve sradicare ogni forma di discriminazione contro la donna ed ogni forma di ingiustizia ed ogni forma di discriminazione di qualsiasi tipo.”

Discorso pronunciato nell’atto di chiusura del II Congresso della Federazione delle Donne Cubane, Teatro Lazaro Peña, 29 novembre 1974

“Io sono assolutamente convinto che la società guadagnerà di più nella misura in cui sia capace di sviluppare ed approfittare delle qualità, delle capacità morali, umane ed intellettuali della donna. Sono assolutamente convinto. E precisamente quello che distingue una società giusta, una società socialista da quella capitalista, è proprio questo.”

Discorso pronunciato nella chiusura del III Congresso della Federazione delle Donne Cubane, Teatro Karl Marx, 8 marzo 1980

dal sito Fidel, soldato delle idee

traduzione di Ida Garberi

Fidel Castro, Vilma Espin e Raul Castro nel III Congresso della FMC

Fidel Castro, Vilma Espin e Raul Castro nel III Congresso della FMC

Fidel Castro con Vilma Espin nella costituzione della FMC

Fidel Castro con Vilma Espin nella costituzione della FMC

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*