Notizie »

Camilo Cienfuegos: “Contro Fidel mai, neanche nel baseball”

camilo-fidelCamilo Cienfuegos nacque a L’Avana oggi 85 anni fa. Cubadebate ricorda uno dei più leggendari Eroi della Rivoluzione Cubana con uno dei suoi aneddoti più celebri, pubblicato originalmente sulla rivista Bohemia.  

24 giugno 1959. – Tanto a L’Avana come nel resto del paese, si sono sviluppate funzioni speciali negli spettacoli sportivi col fine di riscuotere fondi per la Riforma Agraria. Il baseball, sport nazionale, non può mancare. Nell’oggi Stadio Latinoamericano, conosciuto prima come Stadio del Cerro, si svilupperà un gioco di esibizione tra la squadra della Polizia Nazionale Rivoluzionaria (PNR) ed i Barbudos, una selezione integrata dai membri dell’Esercito Ribelle.

Si annunciano come lanciatori Fidel Castro e Camilo Cienfuegos. Ma quando il Signor dell’Avanguardia entra sul terreno, lo fa con l’uniforme dei Barbudos ed una mascotte come ricevitore. I giornalisti gli si sono avvicinati. “Io non sto contro Fidel né in un gioco di baseball”, dichiara l’Eroe di Yaguajay. L’arrivo del Capo della Rivoluzione provoca una rombante ovazione tra i numerosi tifosi che si sono dati appuntamento nell’installazione.

Il lancio della palla successivo dei Barbudos non si comportò alla stessa altezza del suo starter ed il gioco finì 3-0 a favore dei poliziotti.

traduzione di Ida Garberi

per conoscere di più la relazione tra Camilo ed il Che, clikka qui

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*