Notizie »

Gabriela Rivadeneira elogia il ruolo popolare nei processi progressisti latinoamericani

Gabriela-Rivadereira-presidenta-de-la-Asamblea-Nacional-de-Ecuador-4I processi progressisti in America Latina furono costruiti dai popoli che oggi si mantengono fermi ed in difesa dei loro diritti fondamentali, considerò qui la presidentessa dell’Assemblea Nazionale dell’Ecuador, Gabriela Rivadeneira.

In un’intervista con Prensa Latina, la leader parlamentare sostenne che questo è un vantaggio della regione, che attraversa ora retrocessioni elettorali dopo una decade di forti risultati e potenzialità, e di avere guadagnato nell’edificazione della sua unità.

La dirigente, in visita ufficiale a Cuba, manifestò che le integrazioni reali hanno congiunture, a volte con migliori prospettive, ed altre con più difficoltà e debolezze, ma affermò che il contesto attuale non significa una perdita dei processi progressisti dell’area.

Indicò che in febbraio prossimo l’Ecuador celebrerà le elezioni nelle quali sta in disputa il modello e la visione del paese, perché si deciderà tra un sistema di accumulazione del capitale o uno di ridistribuzione della ricchezza che permetta il miglioramento della qualità di vita della popolazione.

Davanti alla sfida che affronta la Rivoluzione Cittadina diretta dal presidente Rafael Correa, Rivadeneira sottolineò l’importanza del ruolo delle organizzazioni sociali e del popolo, che è stato il principale beneficiario, promotore ed attivista della garanzia e dell’ampliamento dei diritti nella sua nazione durante l’ultima decade.

D’accordo con la presidentessa del Parlamento ecuadoriano, la Costituzione di Montecristi, vigente dal 2008, è stata l’inizio della costruzione di una nuova patria e delle fondamenta del sistema per il conseguimento del “Buen Vivir”.

Questa visione, assicurò, mette l’essere umano come centro e fine dello sviluppo, ed il capitale come uno strumento per promuoverlo, mentre confronta l’ampliamento e la garanzia dei diritti dei cittadini con le società di mercato.

Abbiamo detto che abbiamo bisogno di società con mercato e non di mercato che privilegino sempre lo sviluppo umano, riferì la titolare, che risaltò che questo è il principio nel quale si è basato l’organo legislativo del suo paese negli ultimi anni.

Riferendosi ai principali risultati dell’Assemblea Nazionale durante la Rivoluzione Cittadina menzionò la protezione e garanzia dei diritti come educazione e salute, e la democratizzazione e diversificazione attraverso l’economia popolare e solidale.

Secondo la leader parlamentare, il suo organo promulgò alcune leggi programmatiche che non trasformano di punto in bianco la realtà, ma generano le fondamenta a medio e lungo termine per processi più sostenibili.

Questo si riassume in che la Rivoluzione Cittadina ed il nostro progetto di sviluppo si focalizzarono nel chiudere le brecce attraverso un modello olistico e dinamico che rappresenta la diversità del popolo ecuadoriano in tutte le sue forme, rimarcò.

Interrogata, inoltre, sul patto etico e la consultazione popolare proposta nel paese per proibire ai funzionari pubblici di esercitare incarichi se hanno beni o capitali in paradisi fiscali, Rivadeneira manifestò che l’iniziativa vuole continuare a rivendicare un’etica politica.

Oltre a discutere la legalità stiamo parlando di legittimità, quando ci sono aspiranti alla Presidenza della Repubblica che hanno i loro investimenti non nella nazione, per promuovere il suo sviluppo, bensì in aziende private fuori dal paese, in danno della nostra economia, espresse.

Secondo la parlamentare, l’iniziativa è stata accolta dalla maggioranza delle organizzazioni e partiti, ma il fatto che cinque dei 13 gruppi politici nazionali non l’assecondassero deve svegliare una riflessione nella cittadinanza.

Se non accettano un patto etico, allora che cosa nasconde la loro partecipazione politica e quale sarà la loro proposta reale di fronte al paese nelle prossime elezioni? Siamo davanti ad una proposta che rivela l’uscita e fuga di capitali, e gli interessi reali di attori che devono svelare la finalità della loro candidatura, ha concluso.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

foto:Roberto Garaycoa/ Cubadebate

Gabriela-Rivadereira-presidenta-de-la-Asamblea-Nacional-de-Ecuador-3

 

Gabriela-Rivadereira-presidenta-de-la-Asamblea-Nacional-de-Ecuador-5

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*