Notizie »

Impeachment è un golpe di stato ed è anche un’ingiustizia, denuncia Dilma Rousseff

Dilma Rousseff

Dilma Rousseff

La presidentessa del Brasile, Dilma Rousseff, denunciò oggi che la richiesta di impeachment che inoltra in questo momento il Senato federale è non solo un golpe di Stato, ma anche un’ingiustizia contro lei.  

Senza delitto di responsabilità, il processo di giudizio politico è il più sfacciato golpe di stato, oltre ad un’ingiustizia non solo contro la mia persona o il mio mandato, bensì contro la democrazia ed i 54 milioni di brasiliani che mi appoggiarono coi loro voti, rimarcò la capa di Stato.

In una cerimonia di consegna di unità domiciliari costruite per il programma La mia casa, la mia vita, in Salvador de Baia, Rousseff ha insistito sul fatto che ammettere un impeachment senza causa è una questione grave.

Chi può, senza nessuna conseguenza, proporre al paese un golpe di stato, può fare anche qualsiasi altra cosa, ha messo in allerta.

Reiterò anche che lei non ha commesso nessun crimine di responsabilità -del quale è accusata – e neanche non ha mai ricevuto bustarelle, non ha dei conti bancari fuori del paese, né è accusata di corruzione.

La cosa più strana, disse in allusione al titolare della Camera dei Deputati Eduardo Cunha, è che quello che mi giudica è un corrotto; una persona che tutto il Brasile sa che ha dei conti bancari senza dichiarare all’estero ed è accusato inoltre dalla Procura Generale della Repubblica di corruzione e riciclaggio di denaro sporco.

La mandataria ha insistito nel sottolineare l’alto costo umano che ha dovuto pagare il Brasile per conquistare la democrazia e vivere in uno Stato di Diritto, nel quale per prima cosa è fare valere la legge per tutti allo stesso modo, ha concluso.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

foto: igdigital.com

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*