Notizie »

Denunciano in Honduras che assassini di Berta Caceres continuano a piede libero

berta-gustavo-castro-sotoL’ambientalista messicano Gustavo Castro Soto, testimone chiave nell’assassinio della dirigente honduregna Berta Caceres, denunciò oggi che i sicari che ammazzarono la lottatrice sociale continuano a piede libero.

La leader indigena ed ecologista Caceres, patrocinatrice del popolo lenca, risultò morta per colpi di fucile a bruciapelo il 3 marzo scorso, nella sua propria casa, nel dipartimento sud occidentale di Intibucà.

Oggi, nel Giorno Internazionale della Donna centinaia di honduregne hanno marciato in Honduras per esigere un’investigazione indipendente, con una commissione internazionale che faccia luce sull’omicidio.

Mediante una lettera aperta ai suoi amici e compagni di lotta, Castro Soto ha fatto notare che lo scenario del crimine è stato modificato e che teme per la sua vita mentre resta in Honduras.

Ha insistito sul fatto che il governo cerca di presentare davanti all’opinione pubblica che l’assassinio di Berta si deve a conflitti nel suo stesso ambiente, mentre dovrebbe focalizzarsi su domande come: chi la stava minacciando di morte?.

Con le sue azioni, il governo pretende macchiare la memoria di Berta, l’onore e la lotta magnifica che il Copinh ha fatto per tanti anni nella difesa della vita, dei territori e dei diritti umani, ha criticato.

Segnalò che il Consiglio Civico di Organizzazioni Popolari ed Indigene dell’Honduras (Copinh), del quale Caceres era coordinatrice generale, difende la lotta per i suoi territori delle comunità lenca di fronte alla voracità di aziende multinazionali.

Mantengono una lotta incrollabile contro più di 40 progetti idroelettrici, decine di progetti minerari ed una lotta per recuperare i loro territori in più di 50 punti della loro regione ancestrale, tanto bella come lo è l’honduregna, ha concluso.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*