Notizie »

Antonio Guerrero nel Festival di poesia di Venezia

La città italiana di Venezia —i giorni 16 e 17 maggio—, è stata la sede del IX Festival Internazionale di Poesia “Palabra en el mundo”. Il Festival, contò con la partecipazione di poeti provenienti dal Messico, Vietnam, Francia, Italia e Cuba. Tra i quali risaltò Antonio Guerrero come invitato speciale.  

Non è la prima volta che Antonio Guerrero partecipa al Festival di Venezia. In tre edizioni anteriori, nonostante il suo confino nella stretta cella di un carcere nordamericano —con la categoria di “Presente en la Distancia”—, Tony e la sua poesia si erano fatte strada ed hanno conquistato molte voci per rompere il muro di silenzio con cui la stampa imperialista cercava di coprire ingiustamente il caso dei Cinque cubani condannati per lottare contro il terrorismo.

In maggio del passato anno, nel suo bel Messaggio Poetico diretto ai partecipanti all’VIII Festival, Tony aveva confessato: “La poesia è venuta a salvarmi”.

Ora, cinque mesi dopo la sua liberazione, la presenza fisica di Tony è stata un momento di gran allegria per tutti quelli quale si sono uniti alla grande battaglia per i Cinque in terra italiana.

La dottoressa Giuliana Grando, presidentessa del Festival di Poesia e del Circolo di Amicizia con Cuba Vittorio Tommasi, dando il benvenuto, sottolineò la gran importanza della presenza a Venezia dell’eroe della Repubblica di Cuba.

Da parte sua, a nome dei Cinque, Tony ringraziò per la solidarietà del popolo italiano e proclamò che —durante i lunghi anni di prigione—, il potere della poesia era riuscito a portare un raggio di luce e di libertà a lui ed ai suoi compagni.

Il Festival contò con la presenza di Alba Soto Pimentel, ambasciatrice di Cuba in Italia; Oneida Barò Estrada, console cubana a Milano; l’insegnante Susanna Regazzoni ed il professore Luiz Beneduz, rappresentanti dell’Università Ca’ Foscari e Sergio Marinoni, presidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba.

Questo 17 maggio, sotto la direzione artistica della poetessa Anna Lombardo, nell’Auditorium dell’Università di Ca’ Foscari —in Piazza Margherita—i partecipanti al Festival hanno dato lettura ai loro versi e la lettura di Tony Guerriero suscitò una standing ovation del pubblico presente.

di Acela Caner Roman

foto di Silvia Favaretto e di Acela Caner Roman

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*