Notizie »

Governatore di New York appoggia il recupero delle relazioni con Cuba

Andrew Cuomo

Andrew Cuomo

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha affermato oggi qui che la normalizzazione delle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti sono la strada per discutere non solo i temi su cui siamo d’accordo, ma anche le nostre divergenze.  

Attraverso relazioni complete possiamo avere un dialogo nel quale possiamo discutere su qualunque tema e giungere ad un accordo, ha segnalato Cuomo nell’inaugurazione del Forum Imprenditoriale New York-Cuba, nel salone Nettuno, del hotel Parque Central de L’Avana.

È un onore per me essere il governatore che rappresenta la prima missione statale che viene a Cuba dopo l’inizio del dialogo tra i due paesi per una nuova stabilizzazione  delle relazioni, ha sostenuto Cuomo.

È un gran onore essere qui con questo proposito, ha affermato il funzionario e ha affermato che come i cubani, i newyorchesi sono molto entusiasmati con l’audacia e la leadership dimostrata dai presidenti di Cuba, Raul Castro, e degli Stati Uniti, Barack Obama, di iniziare il processo di ristabilimento dei nessi diplomatici.

Ha fatto riferimento che in un incontro col ministro cubano del Commercio Estero e l’Investimento Straniero (Mincex), Rodrigo Malmierca, hanno chiacchierato sulle opportunità di commerci che si possono sviluppare.

Inoltre, ha detto che “il Presidente statunitense ha la potestà di concedere licenze per sviluppare commerci in aree che sono del nostro interesse”.

Il governatore di New York spera inoltre si elimini il bloqueo (imposto dagli Stati Uniti contro Cuba da più di mezzo secolo) per potere avanzare finalmente nella normalizzazione delle relazioni.

Cuomo, che è arrivato oggi a Cuba accompagnato da una ventina di imprenditori del suo stato, ha ricordato che il suo governo ha iniziato una messa a fuoco più aggressiva nello stato per trovare opportunità di commerci e perciò eseguono il progetto denominato New York Global.

Da parte sua, la direttrice dell’America del Nord del Mincex, Maria de la Luz B’Hamel, ha risaltato che il suo paese accoglie con soddisfazione l’interesse manifestato dagli imprenditori newyorchesi di prendere contatto e collaborare coi dirigenti cubani in questo forum imprenditoriale.

La possibilità di scambiare informazione, impressioni e percezioni su tutto quello di positivo che potremmo costruire insieme, sulla base del rispetto e la considerazione mutua deve significare una contribuzione importante per l’avanzamento del processo attuale del ristabilimento delle relazioni, a partire dalla volontà espressa il 17 dicembre passato dai presidenti delle nostre nazioni, ha affermato.

Perciò, ha detto, confidiamo in che questo incontro sia un’occasione propizia per fare conoscere i particolari della Legge 118 di Cuba per l’investimento straniero, che rappresenta uno strumento importante nel processo di aggiornamento del modello economico in cui è impegnato il nostro popolo.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*