Notizie »

Annullano provocazione dell’assassino del Che contro Cuba in Panama

Gruppi di panamensi hanno impedito una provocazione organizzata da Felix Rodriguez Mendigutia, responsabili dell’identificazione ed assassinio del Che, che si sarebbe presentato suppostamente in una piazza vicina all’Ambasciata cubana per collocare una corona di fiori ad un busto di Josè Martì.  

Immediatamente che si è saputa la notizia, sindacalisti panamensi ed integranti di reti sociali che parteciperanno al Vertice dei popoli, nella capitale panamense, si sono presentati nella piazza Belisario Porras, di fronte alla sede dell’Ambasciata cubana, dove effettivamente esiste un busto di Josè Martì ed un altro di Antonio Maceo.

D’accordo con persone che erano sul posto, lo Storiografo de L’Avana, Eusebio Leal, ha improvvisato un emotivo discorso nel quale ha convocato “alla protesta di Baraguà”, per questa infamia.

Falix Rodriguez è stato inviato nel 1967 dalla CIA in Bolivia con l’ordine di identificare ed ammazzare il Che Guevara. Questa idea sorse immediatamente dopo che Regis Debray, confermasse la presenza di Guevara nel gruppo guerrigliero di Ñancahuazù.

In giugno di quell’anno gli è stata offerta la missione ed il 1° di agosto era già a La Paz sotto l’identità coperta dell’impresario Felix Ramos, accompagnato da un altro agente cubano-statunitense, Gustavo Villoldo.

Rodriguez si stabilì nella zona di combattimento, torturò ed interrogò i prigionieri e fu chi inviò al Battaglione Ranger alla zona de La Higuera, dove alla fine hanno catturato Guevara.

da Cubadebate

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*