Notizie »

D’accordo con la Banca Mondiale, Cuba è il paese del mondo che inverte di più in educazione

Cuba è un riferimento mondiale in educazione. È quello che ha appena ricordato una relazione della Banca Mondiale che classifica Cuba al primo posto in quanto all’investimento nel sistema educativo per il periodo 2009-2013. Con circa un 13% (12,9%) del PIL invertito in questo settore, nessun altro paese del mondo, compresi i più sviluppati, uguagliano l’Isola dei Caraibi, che ha fatto della sua politica sociale un modello per le nazioni in via di sviluppo. [1]  

Timor Leste e Danimarca completano il podio mondiale, con un 11,3% ed un 8,7% del PIL, rispettivamente, dedicato all’educazione. Come paragone, gli Stati Uniti investono appena un 5,4%, cioè due volte meno che Cuba, e Canada un 5,5%. In Europa, la Francia dedica un 5,9% del suo presupposto nazionale all’educazione, Germania un 5,1%, Regno Unito un 6,2%, Italia un 4,5% e Spagna un 5%. In quanto ad America Latina, la Bolivia occupa il secondo posto dietro a Cuba con un 7,6%. il Brasile attribuisce un 5,8% del suo PIL a questo settore, mentre Messico ed Argentina hanno destinato rispettivamente un 5,2% ed un 5,8%. [2]

Non è la prima volta che la Banca Mondiale elogia Cuba in questo campo. In un’altra relazione pubblicata nel 2014, l’organismo internazionale ricorda che l’Isola dispone del migliore sistema educativo dell’America Latina e dei Caraibi, l’unica con “i parametri elevati, un forte talento accademico, le rimunerazioni alte o almeno adeguate e l’elevata autonomia professionale che caratterizzano i sistemi educativi più efficaci del mondo, come quelli della Finlandia, Singapore, Shanghai (Cina), Repubblica della Corea, Svizzera, Paese Bassi e Canada”. [3]

L’educazione –come la salute, la cultura o lo sport–è stato sempre una priorità in Cuba ed i risultati sono eccezionali. Con un tasso di alfabetizzazione del 99,8%, l’isola esibisce il tasso di analfabetismo più basso del continente latinoamericano, secondo l’Unesco, che sottolinea anche che Cuba ha il tasso di scolarizzazione più elevata dell’America Latina con un 99,7% degli alunni con educazione gratuita. Un’altra relazione dell’Unesco sull’educazione in 13 paesi dell’America Latina classifica Cuba nel primo posto in tutte le materie e sottolinea che un alunno cubano dispone come medio di due volte più conoscenze e competenze che un alunno latinoamericano. [4]

La Banca Mondo, elogiando il sistema educativo cubano, conferma in un certo modo che le politiche di austerità e di smantellamento dello Stato di benessere che auspica sono in realtà dannosi per l’interesse generale. Dando priorità all’educazione, Cuba dimostra al mondo che è possibile offrire a tutti i cittadini un accesso di alto livello alla conoscenza ed alla formazione. Le risorse limitate inerenti ad una nazione del Terzo Mondo e le sanzioni economiche eccessivamente severe che impongono gli Stati Uniti da più di mezzo secolo non hanno ostacolato che l’isola dei Caraibi goda di un sistema educativo efficiente, ricordando così che è l’essere umano che deve ubicarsi nel centro del progetto di società.

di Salim Lamrani

da Al Mayadeen

traduzione di Ida Garberi

foto: Ladyrene Perez

Note:

[1]World Bank, «Public Spending on Education, Total (% of GDP)”, 2014.http://data.worldbank.org/indicator/SE.XPD.TOTL.GD.ZS (sitio consultado el 31 de diciembre de 2014).
[2]Ibid.
[3]Barbara Bruns & Javier Luque, Profesores excelentes. Cómo mejorar el aprendizaje en América Latina y el Caribe, Washington, Banco Mundial, 2014.http://www.bancomundial.org/content/dam/Worldbank/Highlights%20&%20Features/lac/LC5/Spanish-excellent-teachers-report.pdf (sitio consultado el 30 de agosto de 2014).
[4] Salim Lamrani, Cuba : les médias face au défi de l’impartialité, Paris, Estrella, 2013, p. 38.

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*