Notizie »

In Venezuela un crimine della polizia, punito, genera una condanna internazionale. Negli USA la polizia assassina impunemente e senza stampa

USA: lo scorso 10 febbraio un lavoratore agricolo messicano, è stato abbattuto a Pasco (Washington), dopo aver lanciato pietre contro la polizia (1). Tre agenti gli hanno sparato fino a 17 volte, nonostante fosse disarmato. E’ la quarta sparatoria mortale che vede protagonista la polizia dalla scorsa estate, nella citata località di Pasco.

E’ una scena simile a quella di agosto dello scorso anno, a Ferguson (Missouri), quando un giovane nero disarmato è stato assassinato con 6 colpi, 2 dei quali alla testa da un poliziotto bianco (2). Qualche settimana prima, un altro giovane nero moriva soffocato da un poliziotto di New York (3). Sono state effettuate massicce proteste per questi due assassinii in 170 città USA. In Ferguson, il Governo è arrivato a decretare il coprifuoco e la Guardia Nazionale ha usato armi e munizioni da guerra nelle manifestazioni (4).

Questo recente 1 marzo, un video casalingo mostrava come 3 poliziotti di Los Angeles uccidevano con 5 spari un uomo – anche nero – che viveva per la strada, dopo aver offerto resistenza (5).

Sono solo quattro esempi -vicini nel tempo- della brutalità della polizia negli USA, il cui Governo preferisce giudicare l’agire delle forze dell’ordine dei paesi suoi avversari. Ad esempio, quella del Venezuela. Per questo, la grande stampa internazionale agisce come un potente organo di propaganda della Casa Bianca.

Una settimana fa, a San Cristóbal (stato di Táchira, Venezuela), uno studente di 14 anni era abbattuto da un membro della Polizia Nazionale Bolivariana, provocando -in questo caso sì- una tempesta informativa mondiale: centinaia di notizie (6), numerosi editori di ripulsa, decine di articoli d’opinione con suggerimenti (7) o dirette petizioni d’intervento degli organismi per i diritti umani (8), e innumerevoli talk radiofonici e televisivi. Tutto il contrario al trattamento informativo dei citati casi occorsi negli USA, o di altro agire della polizia nei paesi -per esempio- dell’Unione Europea che, o non sono notizia o rimangono come un aneddoto passeggero (9) (10).

Curiosamente, negli USA, le autorità della polizia e politiche hanno difeso, in tutti i casi citati, le azioni degli agenti, che non sono stati puniti. In Venezuela, al contrario, l’azione della polizia è stata duramente condannata dal Governo (11) e dal Difensore del Popolo (12), e l’agente coinvolto è stato arrestato a poche ore dall’omicidio (13). Lo stesso giorno, Il Pubblico Ministero aveva già nominato due procuratori nazionali e uno statale per le indagini (14).

Nonostante ciò, Washington ha emesso, solo in febbraio, 65 comunicati di condanna contro diverse azioni del Governo del Venezuela, tra cui, naturalmente, uno sulla morte di cui sopra (15).

Nel frattempo i grandi media di comunicazione di tutto il mondo continuano la loro implacabile campagna di demonizzazione del Governo del Venezuela. Il quotidiano britannico The Independent dichiarava, categoricamente, pochi giorni fa, che “è arrivata l’ora” della caduta del Presidente Nicolas Maduro (16). Una sentenza che percorre tutto il sistema informativo mondiale, dai media privati in Venezuela alle grandi agenzie di notizie, attraverso le catene televisive e radio degli USA o d’ Europa. Dimostrazione, in ultima analisi, che questi media sono, oggi come oggi, il vero potere politico. Ed uno dei principali nemici della democrazia (17).

per vedere il video

José Manzaneda, coordinatore Cubainformación

Traduzione Francesco Monterisi

 

(1) http://www.aporrea.org/actualidad/n266129.html

(2) http://www.elperiodico.com/es/noticias/internacional/michael-brown-recibio-seis-disparos-dos-ellos-cabeza-3455977

(3) http://en.wikipedia.org/wiki/Death_of_Eric_Garner

(4) http://internacional.elpais.com/internacional/2014/08/21/actualidad/1408607244_547545.html

(5) https://www.facebook.com/video.php?v=468584923295075

(6) http://www.abc.es/internacional/20150224/abci-adloescente-muerto-venezuela-201502242119.html

(7) http://www.elmundo.es/internacional/2015/02/26/54ef9ff2ca4741b0718b4581.html

(8) http://www.el-nacional.com/marta_colomina/escuadrones-muerte-Venezuela_0_583141705.html

(9) http://www.larepublica.es/2012/04/inigo-cabacas-de-28-anos-muerto-por-una-pelota-de-goma-de-la-ertzaintza/

(10) https://www.youtube.com/watch?v=3xaZfeZp6vU

(11) http://www.el-nacional.com/politica/Maduro-condena-muerte-joven-Tachira_3_581371873.html

(12) http://www.aporrea.org/ddhh/n266083.html

(13) http://www.naiz.eus/es/actualidad/noticia/20150225/detenido-un-policia-por-la-muerte-de-un-joven-de-14-anos-en-una-protesta-en-venezuela

(14) http://www.telecinco.es/informativos/internacional/Detienen-adolescente-estudiantiles-San-Cristobal_0_1945650636.html

(15) http://albaciudad.org/wp/index.php/2015/02/maduro-anuncia-sanciones-contra-gobierno-estadounidense-visado-obligatorio-y-prohibicion-de-entrada-a-violadores-de-ddhh/

(16) http://www.aporrea.org/venezuelaexterior/n266086.html

(17) http://www.aporrea.org/medios/n266081.html

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*