Notizie »

Comunicato stampa di Cuba alla conclusione della riunione sui temi bilaterali e di cooperazione

Josefina Vidal

Josefina Vidal

COMUNICATO STAMPA DELLA DELEGAZIONE CUBANA NELLE CONVERSAZIONI SU TEMI BILATERALI E DI COOPERAZIONE CON GLI STATI UNITI. L’AVANA, 22 GENNAIO 2015  

Il 22 gennaio 2015, le delegazioni degli Stati Uniti e di Cuba, presiedute, rispettivamente, dalla segretaria assistente per i Temi dell’Emisfero Occidentale del Dipartimento di Stato, Roberta S. Jacobson, e dalla direttrice generale degli Stati Uniti del Ministero di Relazioni Estere, Josefina Vidal Ferreiro, hanno sostenuto scambi su alcuni temi bilaterali, includendo aree di cooperazione in temi di interesse mutuo.

Le delegazioni hanno passato in rivista lo stato della cooperazione in vari temi, come la sicurezza aerea e dell’aviazione, e la risposta alle fughe degli idrocarburi. Hanno anche identificato altre aree nelle quali esistono potenzialità per stabilire o ampliare la cooperazione bilaterale, come il confronto al narcotraffico, al terrorismo ed alle epidemie. Su questo ultimo, la parte cubana ha proposto sostenere un incontro per definire le modalità di cooperazione, in vista di affrontare in maniera effettiva ed efficace il virus dell’Ebola.

La delegazione di Cuba ha ricordato la disposizione delle nostre autorità di sviluppare scambi con le sue controparti statunitensi sul monitoraggio sismico, aree marine protette ed idrografia, oltre a partecipare ad investigazioni congiunte su specie marine.

Inoltre, ha proposto di stabilire collaborazione scientifica in un gruppo di aree come la protezione dell’ecosistema, la mitigazione degli effetti del cambiamento climatico e la prevenzione dei disastri naturali.

I rappresentanti di Cuba hanno dimostrato la disposizione di discutere la delimitazione della Dona Orientale nel Golfo del Messico e si sono trattati i prossimi passi per l’implementazione di un Piano Pilota per stabilire il servizio di posta diretto tra i due paesi.

Abbordandosi temi nei quali entrambi i paesi hanno differenti concezioni, la delegazione cubana ha espresso serie preoccupazioni per la garanzia e protezione dei diritti umani negli Stati Uniti. Ha enfatizzato la persistente illegalità delle detenzioni nella Base Navale di Guantanamo ed i riconosciuti atti di tortura che lì si commettono contro i prigionieri; e la brutalità e l’abuso della polizia, sempre di più allarmanti, come nei fatti successi recentemente a Ferguson e New York, che evidenziano l’incremento del razzismo e la discriminazione razziale.

Allo stesso modo, ha ricordato il modello razziale differenziato in questo paese nell’esecuzione della pena di morte, che si applica maggiormente agli afro-americani, latini, integranti di altre minoranze, malati e minorenni. Inoltre, hanno manifestato preoccupazione per la disuguaglianza salariale negli Stati Uniti, dove le donne percepiscono il 25% in meno di salario che gli uomini facendo lo stesso lavoro, come per il lavoro infantile e le limitazioni all’esercizio delle libertà sindacali e di negoziazione collettiva, tra le altre situazioni.

La parte cubana ha proposto di sostenere un dialogo rispettoso nel futuro e su basi di reciprocità per questa materia, a partire dalle esperienze positive raggiunte a Cuba nel raggiungimento dei diritti umani e della nostra contribuzione al miglioramento di questi diritti in molti paesi del mondo.

da Cubadebate

foto: Ismael Francisco

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*