Notizie »

Renè Gonzalez: “Ci sono coincidenze che esaltano”

“È un onore essere nato lo stesso giorno del Comandante Fidel Castro, sono coincidenze che esaltano” ha detto a Radio Habana Cuba, Renè Gonzalez Sehwerert, uno dei Cinque cubani, che celebra il suo compleanno anche lui il 13 agosto.  

Su Fidel Castro, che questo mercoledì ha compiuto 88 anni, l’Eroe della Repubblica di Cuba, ha detto:

“Abbiamo bisogno di persone come Fidel di questi tempi, il mondo lo esige con urgenza, Fidel ha dedicato la sua vita a seminare coscienza davanti al pericolo della stessa distruzione dell’essere umano, è per questo motivo che voglio augurargli tutta la felicità e che compia molti anni in più con il nostro popolo”.

Da parte sua in una certa occasione, Fidel ha detto di sentirsi privilegiato per condividere la data di nascita con Renè, il primo dei Cinque cubani che ha compiuto completamente la sua sentenza ed è ritornato a Cuba, e compie questo mercoledì 58 anni sentendosi bene – ha imparato ad avere un corpo sano nel carcere facendo ginnastica – ed è impegnato in molti progetti e lavorando ogni giorno per la libertà dei suoi altri tre fratelli incarcerati negli Stati Uniti.

Renè, non smette di parlare di Gerardo, Ramon ed Antonio, mentre sottolinea che è un momento importante per esercitare pressione sui centri di potere statunitensi, perché ogni giorno che i suoi fratelli passano in prigione è un crimine e bisogna ridurre le condanne affinché possano ritornare immediatamente.

“Anche loro meritano di celebrare il compleanno in famiglia, hanno passato troppo tempo lontani ed in condizioni difficili, anche il popolo cubano che ha regalato loro tanta solidarietà, che merita questa vittoria”, ha commentato.

Questo 13 agosto è stata una giornata di omaggio, riconoscimento ed augurio per il nostro Fidel Castro che per essere un referente imprescindibile dei giovani nel mondo, permette con la sua esistenza che crescano uomini come Renè, Fernando, Gerardo, Ramon ed Antonio.

di Mariela Samper

da Radio Habana Cuba

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*