Notizie »

Venezuela commemora il 60°compleanno di Hugo Chavez

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha detto oggi che il mandatario Hugo Chavez è stato il leader più importante del paese dopo il Libertador Simon Bolivar, commemorando i 60 anni della nascita dello scomparso dirigente bolivariano.

Maduro ha partecipato agli atti festivi nella città natale di Chavez, Barinas, dove un gruppo musicale folcloristico ha cantato “tanti auguri” ed il presidente ha tagliato una torta fatta per l’occasione.

Maduro ha camminato per le strade di Barinas, insieme ai fratelli ed ad altri parenti di Chavez, che hanno partecipato in un atto offerto per il governatore della regione e fratello di Hugo, Adan.

Maduro si è chiesto perché Chavez “è andato via tanto presto”, sottolineando il compromesso dei suoi seguaci davanti al “profeta, gigante e comandante eterno.”

“Questo è un compromesso che dobbiamo assumere in questi giorni per continuare a costruire la patria, per non arrenderci mai, per non lasciarci confondere dal veleno nemico e sapere affrontare le circostanze che ci succedano, tutti uniti. Questa è la lezione più grande di questo atto nella nazione di chi è stato il leader più importante in cinque secoli di storia della patria, dopo Bolivar”, ha segnalato.

Il Presidente venezuelano ha sollecitato i suoi seguaci ad essere il corpo vivo della Rivoluzione bolivariana: “Dobbiamo essere gli occhi, il cervello, il cuore, l’anima viva. Questa Rivoluzione deve mantenersi viva”, ha aggiunto.

Gli atti di commemorazione sono cominciati in mattinata con fuochi d’artificio a Caracas ed a Barinas. Quindi Maduro ha visitato la Caserma della Montagna nella capitale, un museo militare dove riposano i resti del mandatario.

Familiari del leader bolivariano, che è scomparso il 5 marzo 2013 dopo una terribile lotta contro il cancro, hanno assistito agli atti nel museo, vicino alla casa di governo.

“Qui ci sono i suoi nipoti, le sue figlie, i suoi figli, i suoi compagni e la cosa più importante, c’è il suo popolo che non l’ha lasciato mai solo”, ha detto Maduro.

“Cantiamo tanti auguri perché lui continua a compiere nella vita, perché l’amore del popolo, senza dubbio, mantiene Chavez vivo, perché Chavez siamo tutti, per oggi e per sempre”, ha segnalato Maduro.

Inoltre, ha detto che vari presidenti della regione parteciperanno agli atti che precedono il Vertice del Mercosur, che si realizzerà domani a Caracas.

“Stanno arrivando le delegazioni internazionali. Benvenuti i nostri fratelli che hanno imparato dal mondo ad amare, a stimare, il nostro comandante Chavez”, ha detto.

Tra i mandatari che visiteranno la Caserma delle Montagna c’è il presidente dell’Uruguay, Josè Mujica.

E’ giusto “piangere lacrime di amore per il nostro comandante infinito”. Allo stesso tempo ha risaltato che “non è tempo di piangere, è tempo di lottare”. “Santo sia il suo ventre signora Elena per averci donato questo redentore della patria”, ha concluso.

da Cubadebate

traduzione di Ida Garberi

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*