Notizie »

Cindy Sheehan è indignata per la prolungata ingiustizia contro i Cinque

Cindy Sheehan

Cindy Sheehan

La pacifista statunitense Cindy Sheehan è indignata perché da quasi 16 anni dall’arresto a Miami dei Cinque cubani, il governo del suo paese continua ancora oggi senza dare una soluzione umanitaria a questo caso.  

“Amo i Cinque e le loro famiglie, e mi fa molto male l’ingiustizia che hanno dovuto soffrire durante più di 15 anni”, ha affermato Sheehan in una conversazione via elettronica con Prensa Latina, poco prima di viaggiare a Washington, dove questo venerdì parteciperà alla III Giornata Cinque giorni per i Cinque.

Per questa donna il cui figlio Casey è stato inviato dal Pentagono come soldato in Iraq e lì ha perso la vita il 4 aprile 2004, bisogna intensificare il lavoro con l’opinione pubblica affinché si sappia perché Gerardo Hernandez, Ramon Labañino, Antonio Guerrero, Fernando Gonzalez e Renè Gonzalez sono andati negli Stati Uniti.

Essendo cosciente che questi uomini hanno compiuto la missione in Florida per evitare morti non solo di cubani ma anche di statunitensi, Sheehan ha segnalato che tutti i membri dei Cinque devono essere liberati affinché possano ritornare nel loro paese.

Il presidente Barack Obama potrebbe scarcerare Hernandez, Labañino e Guerrero, i tre che rimangono ancora in prigione, se lui volesse, poiché solo Fernando e Renè Gonzalez si trovano nella loro patria, ma dopo avere scontato nel carcere la totalità delle loro condanne.

Sheehan ha suggerito che il governante consideri uno scambio con Alan Gross, che è un subappaltatore dell’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (Usaid) arrestato e condannato in Cuba a 15 anni, quando ha tentato di installare una rete illegale di telecomunicazioni sull’isola con fini sovversivi.

Ha detto che ha visitato Cuba e che conosce il suo popolo meraviglioso, la sua gente, qualcosa che a suo giudizio dovrebbero conoscere i cittadini del suo paese per poter contrastare la propaganda contro la nazione caraibica.

Secondo il programma della III Giornata Cinque giorni per i Cinque che organizza il Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque, Sheehan interverrà nella chiusura della conferenza Nuova Era nelle Relazioni degli Stati Uniti con Cuba.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*