Notizie »

Gerardo Hernandez compie gli anni: dalla sua cella, c’invia un messaggio

Gerardo Hernandez

Gerardo Hernandez

Gerardo Hernandez compie oggi 49 anni. Nei giorni scorsi, abbiamo pubblicato su Cubadebate la convocazione affinché i lettori facessero arrivare dei messaggi di auguri scrivendo direttamente al programma radiale che conduce Tanya Torres, in California. Lui è da 15 anni incarcerato, vittima di un giudizio pieno di irregolarità a Miami che gli ha imposto una larghissima ed ingiusta condanna che compie nella prigione di Victorville, in California (due ergastoli più 15 anni).  

Nella sua cella di Victorville, può ascoltare il programma di Tanya, “Canto senza frontiere”. Il passato sabato 31 maggio si è trasmessa la prima emissione -la prossima sarà il 7 giugno – e dopo averla ascoltata, questa è stata la sua reazione, che conosciamo attraverso una lettera che ha inviato ad Alicia Jrapko, coordinatrice del Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque negli USA:

Sorella mia:

Voglio comunicarti la mia allegria e ringraziare Tanya in questa lingua che è quella con cui posso esprimere meglio le nostre emozioni… ti confesso che tutti gli anni, quando arriva il 4 giugno e Tanya mi fa questa sorpresa, finendo di ascoltare il suo programma mi dico la stessa cosa: “Se non liberano prima i Cinque, non sarà facile per Tanya e la sua squadra dedicarmi un programma migliore che questo, nel prossimo compleanno!”

Ma mi sbaglio sempre, mi sorprendono sempre, ed ogni anno la sorpresa è maggiore. Mi sono emozionato molto ascoltando il programma di oggi col concerto dedicato a Fernando nell’Università de L’Avana. Ascoltare le parole di mio fratello, la musica, le improvvisazioni, le parole del caro Juan Formell, recentemente scomparso… Tutto! mi sembrava che stessi sognando.

So che ci sono molte mani (e molti cuori!) dietro una sorpresa così, ed inoltre so che ci sarà un seconda parte il prossimo sabato, per questo che mi piacerebbe fare arrivare la mia enorme gratitudine a Tanya ed alla sua squadra di “Canto senza Frontiere”, al collettivo di KPFK, alle compagne ed ai compagni che hanno inviato e continueranno ad inviare i loro messaggi di auguri, ed in generale a tutti quelli che hanno reso possibile questo e gli altri regali che mi consegnano nella mia stessa cella, anno dopo anno attraverso l’etere, e che non smettono di sorprendermi.

Vi ringrazio di cuore a nome dei Cinque, e vi assicuro- lo prometto a Tanya – che un giorno saremo noi che, godendo già della libertà per la quale voi avete lottato tanto e continuerete a lottare, vi sorprenderemo utilizzando quelle stesse onde radiali con un saluto dalla nostra cara patria. Come normalmente dicevamo in terre africane, in quegli anni nei quali cubani ed angolani condividevano le trincee: “La lotta continua. La vittoria è nostra!”

Un forte abbraccio a tutti,

Gerardo

31 Maggio 8:42pm

 

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*