Notizie »

Pablo Fajardo, avvocato delle vittime, convoca alla giornata #AntiChevron

L’avvocato ecuadoriano dei querelanti contro la multinazionale Chevron, Pablo Fajardo, ha convocato oggi, 21 maggio, al giorno Internazionale #AntiChevron, che si celebra per denunciare i danni ambientali causati dall’industria petrolifera.

Speriamo che tutto il mondo sappia che questa multinazionale è la più criminale del pianeta, ha segnalato il giurista in dichiarazioni ad una televisione locale ecuatoriana.

A proposito delle prove consegnate, ha ricordato che esistono video nei quali si spiega come gli esperti contrattati da Chevron dimostrano l’esistenza dell’inquinamento.

“Quello che facevano era che, se c’era una piscina che aveva degli idrocarburi lasciati da Chevron, chiedevano una mostra del suolo e dell’acqua a 50 metri dalle piscine, per dire che non c’era danno ambientale”, ha rivelato.

A proposito di ciò, ha affermato che ci sono abbondanti prove tecniche e scientifiche che c’è inquinamento, che Chevron lo sapeva, e l’ha occultato.

“Loro hanno ingannato il mondo intero con questa frode del recupero ambientale”, ha denunciato.

“Speriamo che si uniscano sempre più voci per denunciare questa multinazionale corrotta e corruttrice, che ha fatto danno non solo in Ecuador”, ha detto ieri il presidente Rafael Correa in un incontro con i mezzi di comunicazione nella città di Guayaquil.

“Oltre che Giorno #AntiChevron, dovremmo dire Giorno per la giustizia, trasparenza ed onestà”, ha segnalato al riferirsi all’industria petrolifera i cui lavori hanno causato danni a 30 mila abitanti dell’Amazzonia ecuadoriana.

Rappresentanti di organizzazioni sociali e movimenti di solidarietà con l’Ecuador, riuniti in questo paese, hanno deciso il passato 25 aprile di dichiarare il 21 maggio come il Giorno Internazionale #AntiChevron, con attività di denuncia all’interno della campagna “La Mano sucia de Chevron”.

Questa idea è sorta a proposito del fatto che l’industria petrolifera ha convocato la sua assemblea annuale di azionisti nel villaggio di Midland, in Texas, per il 28 maggio.

Per questa ragione, questo mercoledì si realizzano sit-in, marce e forum di dibattito in numerosi punti dell’orbe, da Buenos Aires, Rio de Janeiro, Richmond e New York, perfino a Barcellona, Madrid, Siviglia, Berlino, Ginevra e Quito, tra le altre città.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

1 Comentario

Hacer un comentario
  1. giuseppe / chevron

    in Italia non si organizza mai niente di queste giornate di lotta per salvaguardare l’ambiente

    Responder     

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*