Notizie »

Poniatowska ricorda i poveri nel ricevere il Premio Cervantes

La scrittrice e giornalista messicana Elena Poniatowska ha ricevuto oggi il Premio Cervantes, considerato il più importante della letteratura ispanica, con un discorso in difesa delle donne e dei poveri della Terra.

L’intellettuale e giornalista, di 82 anni d’età e con più di 40 romanzi, racconti e saggi scritti, è la quarta donna a ricevere il premio dalla sua creazione, nel 1976.

Prima è stato assegnato a Maria Zambrano (Spagna), Dulce Maria Loynaz (Cuba) e Ana Maria Matute (Spagna).

Nel suo intervento, ha ricordato anche il giornalista e scrittore Gabriel Garcia Marquez, recentemente deceduto, e di chi ha detto che prima di lui eravamo i condannati della Terra.

Ma con i suoi Cento anni di solitudine –ha espresso-ha dato le ali all’America Latina e questo volo oggi ci avvolge, ci alza e ci fa crescere i fiori sulla testa.

Adornata con un abito rosso e giallo confezionato dalle donne d’Oaxaca, Poniatowska inoltre ha dedicato parte del suo discorso per difendere i diritti delle donne e dei poveri dell’America Latina.

Poniatowsa si è autodefinita come una Sancho Panza, una scrittrice che non riesce a parlare di mulini a vento perché non esistono più, e quindi parla dei poveri comuni che dormono all’intemperie e si fidano di una cronista impulsiva che ricorda ciò che le raccontano.

L’intellettuale latinoamericana ha affermato che benché il potere finanziario comanda in Messico e nel mondo, e coloro che resistono, montati su Rocinante e seguiti da Sancho sono sempre meno, lei è orgogliosa di camminare al fianco degli illusi e dei distrutti.

A differenza di Frida Kahlo, che aveva detto di aspettare allegra la partenza per non tornare più, Poniatowska ha dichiarato che lei spera di tornare, tornare e tornare ancora, ed è questo il senso che ha voluto dare ai suoi 82 anni.

Ho l’intenzione di salire al cielo e tornare mano nella mano con Cervantes, come scudiera, per dare premi ai giovani, ha detto.

La cerimonia, durante la quale ha ricevuto il premio dalle mani del re Juan Carlos, si è celebrata all’Auditorium dell’Università d’Alcalà de Henares, città in cui Miguel de Cervantes è nato nel 1547.

In precedenti dichiarazioni ai giornalisti, Poniatowska ha riferito che consegnerà il premio in denaro, 125 mila euro, ad una fondazione per la promozione della cultura in Messico.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*