Notizie »

Controllano spargimento di grezzo in raffineria cubana

Lo spargimento di 15 mila litri di petrolio accaduto la settimana scorsa, nella Raffineria Sergio Soto, dovuto ad una negligenza lavorativa, è stato controllato, hanno assicurato oggi i dirigenti di questa entità.

Lester Aleman, direttore generale dell’impianto, ubicato nel municipio di Cabaiguan, ha detto al giornale provinciale Escambray che del volume totale, si sono recuperati 14 mila litri, i restanti li ha trascinati via la crescita di un scolo di fogna prodotto da una forte pioggia.

Aleman ha puntualizzato che lo spargimento è stato prodotto da una negligenza dell’operatore di turno che non ha controllato opportunamente la trappola, ed il petrolio ha spostato il sigillo ad acqua.

Specialisti del Ministero di Scienza, Tecnologia ed ecosistema (CITMA) a Sancti Spiritus, dopo un’ispezione hanno qualificato lo spargimento come considerabile.

Magalis Torres, dell’Unità del Medio Ambiente (UMA), ha precisato che esiste un danno ambientale per un errore nel processo tecnologico, e si applicherà ai colpevoli il Decreto-legge N. 200, su Contravvenzioni in materia di ecosistema.

L’UMA insieme alla Delegazione di Risorse Idrauliche nel territorio, svilupperà prossimamente un’ispezione all’ecosistema per valutare gli effetti a medi e lungo termine della raffineria e dei suoi spargimenti.

Secondo i dirigenti dell’impianto e del CITMA il processo industriale è stato normalizzato senza che si osservino fino ad ora vestigia di inquinamento nei fiumi e nelle coltivazioni nella zona.

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*