Notizie »

“Cubadebate è un punto di riferimento della stampa digitale cubana”, afferma Diaz-Canel

Randy Alonso, direttore di Cubadebate, a sinistra e Miguel Diaz-Canel, primo Vice presidente di Cuba, a destra

Randy Alonso, direttore di Cubadebate, a sinistra e Miguel Diaz-Canel, primo Vice presidente di Cuba, a destra

“Cubadebate è un punto di riferimento del meglio della stampa digitale cubana”, ha affermato questo lunedì il primo Vicepresidente cubano Miguel Diaz-Canel, in un incontro con collaboratori, lettori e la squadra editoriale di questo sito che ha celebrato oggi una decade in Internet.

Ha assicurato che questa pagina web, che è quella di maggiore visibilità dei mezzi digitali del paese con più di un milione di visitatori al mese, ha un compromesso con l’eccellenza dal suo primo numero per affrontare le sfide, ed “ha apportato un modo di fare e di dire che è un punto di partenza per tutto quello che abbiamo ottenuto nello scenario della web a Cuba”, ha aggiunto.

Il membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito ha riconosciuto che il mezzo si è trasformato in qualcosa di molto importante per trasmettere la verità su quello che succede a Cuba e nel mondo, ed ha elogiato la relazione di questa web coi suoi lettori che intervengono attivamente nei commenti ed offrono “il polso di quello che pensano i cubani di oggi”, ha detto.

Diaz-Canel, che è stato accompagnato da Rolando Alfonso Borges, capo del Dipartimento Ideologico del Comitato Centrale, ha trasmesso un augurio del Partito e del governo cubano alla squadra di Cubadebate ed ai suoi lettori che sono stati rappresentati nell’incontro celebrato nel Giardino Botanico Nazionale da un piccolo gruppo di quelli che commentano più attivamente nelle pagine del sito.

Cubadebate, fondato il 5 agosto 2003 e diretto da allora da Randy Alonso, è sorto come mezzo di espressione di un gruppo di professionisti cubani della stampa che integrano il Gruppo di Lavoro contro il Terrorismo Mediatico, dell’Unione dei Giornalisti di Cuba, e possiede decine di collaboratori nell’Isola ed all’estero.

Amministrato da una ridotta squadra di editori e la collaborazione di studenti di Giornalismo dell’Università de L’Avana, da aprile del 2008 distribuisce come primizia le Riflessioni del Comandante in Capo Fidel Castro, il cui account in Twitter, @reflexionfidel, possiede più di 404 000 follower.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Scienze Informatiche, diretto dall’ingegnere Alejandro Machado, hanno permesso che il 21 giugno 2009 si inaugurasse una versione più avanzata di questa web in tecnologia WordPress ed una gran interazione con i motori di ricerca per Internet e piattaforme delle reti sociali, oltre ad avere una notevole agilità e diversità tematica nella sua gestione editoriale.

Gli spazi di questo mezzo nelle reti sociali generano circa l’80% del suo traffico che include circa 700 mila utenti nelle sue pagine in Facebook ed un milione di follower negli account che amministra in Twitter, oltre a milioni di download nel suo canale di Youtube.

da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*