Notizie »

Libertà di Renè Gonzalez da forza alla lotta per i Cinque cubani

Gloria La Riva

Gloria La Riva

La libertà di Renè Gonzalez è una tremenda fonte di allegria ed impulso nella lotta per il definitivo ritorno alla loro patria dei Cinque cubani ancora prigionieri politici negli Stati Uniti, ha affermato oggi Gloria La Riva.

Gloria La Riva, coordinatrice del Comitato Nazionale per la Libertà dei Cinque negli Stati Uniti, ha detto a Prensa Latina via posta elettronica che immagina come si sente il popolo cubano vedendo un suo fratello in casa.

Ha enfatizzato che nell’attuale congiuntura il movimento di solidarietà, particolarmente nel suo paese, deve fare pressione ancora di più sul governo del presidente Barack Obama affinché si ottenga una soluzione del caso.

Gloria La Riva ha affermato che quasi si realizzano 15 anni (il prossimo 12 settembre) da quando sono stati arrestati nella città di Miami Gerardo Hernandez, Ramon Labañino, Antonio Guerrero, Fernando Gonzalez e Renè Gonzalez.

Ha sottolineato che negli USA c’è stata più copertura di stampa del normale con la libertà che gode ora Renè, non solo perché è notizia, bensì perché è libero di esprimersi, fatto che non era mai accaduto prima, nè nella prigione né nella limitata libertà vigilata.

Il sorriso di Renè in tutte le foto, l’amore tra lui ed Olga Salanueva, sua moglie, ci dà molta forza, ha aggiunto La Riva.

Ha anche detto che membri del suo Comitato viaggeranno a Washington dal 30 maggio al 5 giugno per l’importante settimana di attività in favore dei Cinque.

Inoltre, continuiamo ad organizzare eventi per questa estate ed il 15° anniversario dell’arresto, perfino vari forum nelle università e facoltà di diritto del paese, non ci siamo mai fermati, ha aggiunto, nelle investigazioni sui giornalisti negli elenchi di pagamento degli Stati Uniti che hanno tanto colpito negativamente il giudizio dei Cinque.

Ha ugualmente annunciato che il 7 giugno a New York, il gran Left Forum, dove migliaia di persone partecipano a forum e stage sulle lotte progressiste e temi di giustizia, conterà con un pannello di scrittori canadesi e statunitensi per esigere la liberazione dei Quattro cubani ancora imprigionati.

L’attivista, integrante della coalizione pacifista A.N.S.W.E.R., ha considerato che Renè ha superato la vendetta ingiusta del governo statunitense ed ha vinto. E’ ritornato con la fronte in alto. Ha compiuto ogni giorno dalla sua ingiusta condanna e si è mantenuto fedele ai suoi principi.

Ora, ha sottolineato, si incorpora, con la forza della sua morale, con determinazione, all’impegno maggiore per liberare Gerardo, Ramon, Antonio e Fernando.

Il 3 maggio scorso la giudice del distretto de La Florida Joan Lenard ha accettato di modificare le condizioni di libertà vigilata di Gonzalez, che compiva negli Stati Uniti dalla sua uscita di prigione il 7 ottobre 2011.

Dopo dei tramiti di rigore, le autorità di questo paese hanno consegnato a Renè Gonzalez il 9 maggio il certificato che avalla la perdita di questa nazionalità. È già solo un patriota cubano, come lui ha espresso pubblicamente.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*