Notizie »

Scoprono a Guayaquil un busto di Ernesto Che Guevara

Nel quartiere Las Peñas, della città di Guayaquil, in Ecuador, a pochi metri dalla casa nella quale è stato ospitato nell’anno 1953 il giovane medico argentino Ernesto Che Guevara de la Serna, la Coordinatrice di Solidarietà con Cuba, nucleo del Guayas presieduto da Ketty Romo Leroux, ha realizzato nella mattina di martedì 30 ottobre l’inaugurazione ufficiale del busto del Comandante Ernesto Che Guevara, compiendo così una vecchia aspirazione e sogno, nato nell’anno 2004.

Il modellino del busto è stato costruito dallo scultore cubano Renè Negrin ed in seguito portato a Guayaquil, dove è stato eseguito dallo scultore ecuadoriano Luis Gomez.

L’atto è stato accompagnato dalle note degli inni e dalle canzoni di Carlos Puebla, grazie alla banda di musica della Commissione di Transito dell’Ecuador ed all’Orchestra da Camera della Sinfonica di Guayaquil.

La presentazione e coordinazione dell’atto è stata diretta dalla compagna Graciela Mayorga e presieduto da Ketty Romo Leroux, che è stata accompagnata nel tavolo direttivo dall’Ambasciatore della Repubblica di Cuba in Ecuador, Jorge Rodriguez, la membro dell’assemblea ed attuale presidentessa della CESC Maria Agusta Calle, il Segretario Generale del PC Winston Alarcon, lo storiografo Carlos Calderon Chico, il Vicepresidente della SESC Julio Domenech ed i membri della Coordinatrice di Solidarietà con Cuba filiale Guayas, compagni Josè Pinoargote, Norma Galino, Norbertha Mina, Jonhy Dalgo, Martha Justicia, Renè Castro, Elizabeth Hernandez, Angelo Espinoza e Galo Alvear, che ha consegnato vari dei suoi libri sui Cinque Eroi “Allegorie di una Rivoluzione” all’Ambasciatore ed agli amici presenti, insieme agli opuscoli “Il Che vive” di Ketty Romo Leroux ed un canzoniere che raccoglie le lettere di molte canzoni classiche della rivoluzione americana.

E’ stata notevole la presenza di un gran numero di mezzi di comunicazione scritti, della radio e della televisione, che hanno realizzato diverse interviste ai presenti ed hanno realizzato fotografie e video di questo meraviglioso atto culturale, sociale e rivoluzionario.

scritto da Dr. Galo Alvear Vitery

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*