Notizie »

Ospedali europei proveranno farmaco cubano

Cuba si prepara per cominciare l’anno prossimo una test clinico fase III in vari ospedali dell’Unione Europea, con il farmaco Heberprot-P, che cura l’ulcera nei casi di piede diabetico, ha annunciato oggi uno specialista a L’Avana.

Sarà la prima volta che l’isola giunge a questo stadio del processo di ricerca in paesi del cosiddetto Primo Mondo, affermò il direttore commerciale del Centro di Ingegneria Genetica e Biotecnologia (CIGB) de L’Avana, Ernesto López, attraverso l’Agenzia d’Informazione Nazionale (AIN).

López precisò che i test verranno realizzati in un centinaio di ospedali di paesi dell’Unione Europea, e dovranno essere reclutati circa 700 pazienti, a partire da un test clinico fase II effettuato in 17 presidi sanitari di Spagna.

Secondo gli esperti, questa è la ricerca più grande intrapresa nel mondo per l’ulcera del piede diabetico, in qualità di studio clinico effettuato con estremo rigore.

Attualmente, sono in fase di preparazione le condizioni del sistema produttivo per poter successivamente eseguire lo studio, molto costoso, in società con altre imprese, annunciò il direttore commerciale del CIGB, l’istituzione che sviluppò il farmaco, unico al mondo nel suo genere, insieme all’ Istituto avanero di Angiologia e Chirurgia Vascolare.

L’Heberprot-P, che diminuisce sensibilmente le amputazioni, si è convertito nel prodotto di punta del CIGB, in quanto a volumi di vendita, e vengono attesi introiti quest’anno che superano i 100 milioni di dollari.

Il farmaco ha patenti ottenute in più di 40 paesi ed ha ottenuto fino ad oggi 17 registri sanitari, il permesso di utilizzo che viene concesso dai ministeri o dalle segreterie di salute pubblica.

Più di 70.000 pazienti di varie nazioni hanno ricevuto benefici dall’Heberprot-P attraverso strade differenti, tra cui, programmi di governo che sono stati quelli con la maggiore inclusione di persone, ma anche in mercati privati e con altre modalità.

A Cuba, il programma è in atto in 192 policlinici e 43 ospedali, e lo sforzo maggiore consiste nella sua estensione all’Attenzione Primaria di Salute, per cui vengono abilitate le risorse umane, dai medici di famiglia al personale d’infermeria.

Le statistiche negli Stati Uniti parlano di un 65% di amputazioni nei casi di ulcere più complesse, e lì costa fino a 70.000 dollari un’amputazione, comprese le spese che sostengono i pazienti dall’inizio del trattamento.

Preso da www.cubadebate.cu

Traduzione di Paola Flauto

1 Comentario

Hacer un comentario
  1. antonella / heberprot-p

    Save mio papa’ ha delle piaghe molto estese in entrambe le gambe -ormai la superficie è totoalmente senza pelle , il tutto dovuto ad insuff. vascolare. Abbiamo fatto bye pass ed altri interventi ma le piaghe proseguono il loro cammino. Il rischio di infezione è molto alto e deve fare ogni giorno le medicazioni.
    Come posso fasi’ che mio padre sia test di questo prodotto a chi devo rivolgermi????
    Grazie per il Vs. aiuto
    Antonella Billo

    Responder     

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*