Notizie »

La metà delle persone condannate negli Stati Uniti per errore sono nere, rivela uno studio

Una nuova indagine dimostra che la metà delle persone erroneamente condannate per delitti gravi negli Stati Uniti durante gli ultimi decenni sono afroamericane.

Un archivio ricostruito dai ricercatori della Facoltà di Diritto dell’Università del Michigan e della Northwestern University rivela che più di 2.000 persone che sono state condannate per errore per delitti gravi risultarono esonerate negli ultimi 23 anni.

Nei  quasi  900 casi sui quali  si possiedono informazioni, la metà degli accusati erano afroamericani e più di cento erano stati condannati a morte.

 Non vennero considerati  nel registro più di 1.100 accusati le cui condanne non sortirono  effetti dopo aver scoperto che gli ufficiali di polizia avevano inventato i delitti.

Preso da www.cubadebate.cu

Traduzione di Paola Flauto

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*