Notizie »

Repsol inizia azioni legali contro l’Argentina per nazionalizzazione di YPF

Repsol ha iniziato azioni legali appoggiata dal Diritto Internazionale affinché si condanni l’Argentina alla riparazione integrale dei danni per l’espropriazione della sua filiale YPF, ha annunciato questo martedì l’industria petrolifera.

L’industria petrolifera considera che l’Argentina ha violato diverse regole del Trattato di Promozione e Protezione di Investimenti, tra queste l’obbligo di non nazionalizzare od espropriare gli investimenti di Repsol.

Repsol ha sottolineato che l’espropriazione dei suoi investimenti è “illecita” e non è stata accompagnata da nessuna delle garanzie reclamate da questo Trattato, “né tanto almeno da quella che contempla il pagamento di un’indennità adeguata e senza esitazione a qualunque misura di espropriazione.”

La compagnia spagnola ha notificato alla presidentessa dell’Argentina, Cristina Fernandez, la dichiarazione di esistenza di controversia sotto il Trattato di Promozione e Protezione di Investimenti che dovrà dirimersi in un arbitraggio internazionale davanti al Centro Internazionale di Aggiustamento di Differenze Relative ad Investimenti della Banca Mondiale (CIADI).

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*