Notizie »

Marcia contro l’omofobia irrompe nella Rampa havanera

Mariela Castro guida la marcia contro l’omofobia

Mariela Castro guida la marcia contro l’omofobia

Circa 400 persone di diverso orientamento sessuale hanno organizzato una colorata marcia contro l’omofobia, durante la quale hanno chiesto la fine alla discriminazione.

Omosessuali, travestiti, transessuali ed eterosessuali hanno percorso la Rampa del centro de L’Avana e, attraverso varie iniziative, hanno espresso la loro opposizione alla discriminazione basata sull’orientamento sessuale e identità di genere.

I partecipanti della cosiddetta “Conga contro l’omofobia”, hanno anche esibito cartelli attraverso i quali chiedevano la liberazione dei Cinque cubani che stanno scontando pene durissime negli Stati Uniti.

Questa “conga santiaguera” fa appello ai sentimenti più profondi di tutti gli esseri umani affinché i diritti sessuali siano considerati diritti umani, ha dichiarato alla stampa  Mariela Castro, direttrice del Centro Nazionale per l’Educazione Sessuale (Cenesex)

Questo organismo statale ha organizzato numerose attività nell’ambito della V Giornata Cubana contro l’Omofobia, iniziata lo scorso martedì.

Tra queste, si evidenziano mostre, conferenze, lavori di esperti scientifici sulla salute sessuale, l’inclusione e la diversità, presentazioni di libri e riviste, proiezione di documentari, film e programmi radiofonici e televisivi.

Come parte del programma previsto, mercoledì scorso è stato realizzato un pannello partecipativo con un consulente internazionale “Verso una migliore salute sessuale 2012 nell’approccio HSH” rivolto ai responsabili dei programmi per “gli uomini che fanno sesso con gli uomini”.

La proposta ha invitato a riflettere sull’importanza di vedere le azioni di prevenzione da una prospettiva diversa e sviluppare azioni di responsabilità individuale per prevenire l’HIV/AIDS e altre malattie sessualmente trasmissibili.

Tra gli obiettivi di questa quinta giornata nazionale contro la discriminazione c’è quello di sensibilizzare i diversi gruppi della popolazione cubana al fine di promuovere attività educative permanenti, il pieno rispetto per l’esercizio dei diritti sessuali e l’identità di genere.

Con attività in tutte le province del paese, le celebrazioni si concluderanno il 17 maggio nella provincia centrale di Cienfuegos, che ospiterà una serata di gala e una festa per la diversità.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 1990, ha scelto il 17 maggio per commemorare la Giornata Mondiale Contro l’Omofobia.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Vincenzo Basile

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*