Articoli su giornata contro l’omofobia

Notizie »

Intervista a Mariela Castro: Per una scuola senza omofobia, né transfobia! Mi unisco!

Jornada contra Homofobia

La Giornata Cubana contro l’Omofobia e la Transfobia dedica la sua decima edizione alla prevenzione del bullismo omofobico negli spazi scolastici, tenendo in conto che in numerose ricerche delle scienze sociali, giuridiche e mediche realizzate a Cuba, questo fenomeno appare come una realtà che, benché ancora invisibile, sussiste nei centri educativi del paese, come riflesso del pregiudizio sociale più ampio verso le persone con orientazioni sessuali ed identità di genere diverse.

Notizie »

Cuba si prepara per la 9° Giornata contro l’Omofobia

panel

La 9° Giornata Cubana Contro l’Omofobia e la Transofobia propizierà spazi di dibattito, incontri sportivi, regali e sfilate a partire dal 10 maggio, informò oggi la direttrice del Centro Nazionale di Educazione Sessuale (Cenesex), Mariela Castro. Questa edizione, e per il secondo anno consecutivo, l’evento sarà dedicato all’appello di spazi lavorativi liberi di omofobia e transofobia.

Notizie »

Cuba: terzo paese dell’America Latina per pienezza di vita per gli omosessuali o regime omofobo che li persegue?

In questi giorni, in diverse città di Cuba si celebrano manifestazioni contro l’omofobia e la transfobia, con il sostegno delle istituzioni e dei mezzi di comunicazione del paese

Notizie »

E’ cominciata l’VIII Giornata cubana contro l’omofobia e la transofobia

Questa mattina in una conferenza stampa nel Centro Nazionale di Educazione Sessuale (Cenesex), è stata inaugurata la 8° Giornata Cubana contro l’omofobia e la transofobia. L’incontro è stato presieduto da Mariela Castro Espin, direttrice del Cenesex, Manuel Vasquez, che dirige i Servizi di Orientazione Giuridica del Cenesex, ed il giornalista ed attivista LGBTI Francisco Rodriguez Cruz.

Notizie »

Marcia contro l’omofobia irrompe nella Rampa havanera

Mariela Castro guida la marcia contro l’omofobia

Circa 400 persone di diverso orientamento sessuale hanno organizzato una colorata marcia contro l’omofobia, durante la quale hanno chiesto la fine alla discriminazione. Omosessuali, travestiti, transessuali ed eterosessuali hanno percorso la Rampa del centro de L’Avana e, attraverso varie iniziative, hanno espresso la loro opposizione alla discriminazione basata sull’orientamento sessuale e identità di genere.