Notizie »

Cuba, Argentina e Uruguay sono i migliori paesi dove diventare madre

Cuba, Argentina e Uruguay sono i principali paesi in America Latina ad offrire le migliori condizioni sanitarie e sociali per portare avanti una gravidanza, ha rivelato oggi un informe internazionale.

Lo studio effettuato dall’organizzazione “Save the Children” sulla condizione mondiale delle madri 2012 ha evidenziato che la Norvegia è il miglior paese al mondo dove diventare madre, dovuto al fatto che il rischio di mortalità materna è di una donna su 7600.

Al polo opposto troviamo il Niger dove una donna ogni 16 muore a causa di complicazioni legate alla gravidanza od al parto. Per quanto riguarda l’America Latina, “Save the Children” ha posizionato Cuba al primo posto seguita da Argentina e Uruguay come miglior paese per diventare madre e agli ultimi posti troviamo rispettivamente, Nicaragua al quarantanovesimo, Honduras al sessantesimo e Guatemala, fanalino di coda, al sessantottesimo.

Le condizioni che sono state osservate, secondo quanto riferisce Prensa Latina, riguardano una serie di fattori di 165 paesi come le condizioni generali di salute, il livello d’educazione, quello economico e politico delle madri.

Viene preso in considerazione anche il benessere dei bambini, che include il tasso di mortalità prima dei cinque anni e la percentuale dei denutriti.

L’informe ha anche lanciato l’allarme, che in America Latina un quarto delle donne soffrono di anemia e i bambini più poveri in Guatemala e Nicaragua, sono sei volte più poveri che i loro coetanei delle classi più abbienti di questi stessi paesi.

Si ripete che il miglior paese al mondo dove diventare madre è la Norvegia, seguito dall’Islanda e dalla Svezia, così come da Australia e Canada, mentre nella maggior parte dell’Africa sub-sahariana le condizioni per diventare madre e figli sono completamente sfavorevoli.

Si calcola che in questi luoghi le donne abbiano una speranza di vita che si aggira intorno ai 56 anni, una donna ogni 16 muore a causa di complicazioni legate alla gravidanza e solo il 5% delle donne utilizza metodi contraccettivi moderni.

Come se non bastasse, in questa regione la malnutrizione minaccia un bambino su tre e l’informe sottolinea l’importanza dell’allattamento al seno, di una alimentazione supplementare, della vitamina A, del ferro, dello zinco e di buone abitudini igieniche, per avere una vita sana.

Save the childre sostiene che con il solo allattamento al seno si potrebbero prevenire un milione di morti infantili all’anno, ma d’altra parte afferma che meno del 40% dei bambini e delle bambine nei paesi in via di sviluppo ne beneficiano.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Paola Flauto

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*