Notizie »

Washington Post pubblicherà annuncio a pagina completa dedicato ai Cinque

Il quotidiano The Washington Post pubblicherà il prossimo lunedì un annuncio, a pagina completa, che chiede giustizia per i Cinque Eroi di Cuba, condannati negli Stati Uniti per combattere il terrorismo.

L’iniziativa è organizzata dal Comitato Nazionale (degli USA) per la Libertà dei Cinque Cubani e si considera un altro colpo forte al muro di silenzio della grande stampa nordamericana intorno al caso.

D’accordo con un comunicato di questo gruppo, al quale ha avuto accesso l’AIN, l’annuncio pagato vedrà la luce il 30 aprile nel “Post”, giornale che ha circolazione giornaliera di 545 mila 345 esemplari ed è letto da un milione 80 mila nordamericani, approssimativamente.

La situazione dei Cinque -la cui innocenza è stata riconosciuta dal Gruppo di Lavoro dell’ONU sulle Detenzioni Arbitrarie -, e la campagna mondiale affinché si faccia giustizia sul caso, sono taciute dai mezzi della nazione settentrionale, per cui bisogna utilizzare informazioni pagate come pubblicità, per fare una breccia in questa muraglia.

Il comunicato aggrega che realizzare questa diffusione è stato possibile con l’aiuto di generose donazioni fatte da centinaia di persone che appoggiano la causa di Renè Gonzalez, Ramon Labañino, Antonio Guerrero, Fernando Gonzalez e Gerardo Hernandez.
Inoltre, il Comitato Nazionale nordamericano anticipa che lo stesso giorno 30 parleranno dell’annuncio nel loro sito web, www.freethefive.org , ed esorta a diffondere questa notizia tra le amicizie; ad unirsi alle reti sociali Facebook e Twitter per condividerla.

Aggiunge che, per più informazione sul tema, si può contattare questa organizzazione: info@freethefive.org.

Recentemente, si celebrò a Washington DC la giornata “Cinque giorni per i Cinque”, organizzata dal Comitato Internazionale a beneficio della libertà di questi lottatori, durante la quale quasi 30 attivisti degli USA e d’Europa, fondamentalmente, visitarono circa 40 congressisti e portarono per la prima volta il caso al Campidoglio, e realizzarono altre attività.

Questa campagna, dal 17 al 21 scorsi, si sviluppò anche in altri paesi di varie latitudini, dove gruppi parlamentari, intellettuali, artisti e personalità di differenti correnti politiche e sociali, tra queste 10 Premi Nobel, appoggiarono il ritorno alla Patria dei Cinque Eroi.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*