Notizie »

Ban Ki-moon mette in allerta che la situazione in Siria potrebbe avere ripercussioni mondiali

Ban-ki-moon

Ban-ki-moon

Il conflitto “eccessivamente pericoloso” in Siria potrebbe avere ripercussioni mondiali, ha messo in allerta mercoledì il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, mentre esplodevano nuovi fatti di violenza ed un gruppo oppositore ispirato da Al-Qaeda si attribuiva la responsabilità per due attacchi suicidi a Damasco.

“Non sappiamo come si svilupperanno gli avvenimenti”, ha detto Ban in un discorso nella capitale indonesiana, Yakarta. “Ma sappiamo che tutti hanno la responsabilità per lavorare per una risoluzione di questa crisi profonda ed eccessivamente pericolosa che potenzialmente potrebbe avere ripercussioni per la regione e per il mondo.”

Le Nazioni Unite calcolano che più di 8.000 persone sono morte dal principio della ribellione, istigata da Occidente.

Una serie di poderose esplosioni vicino ad edifici di organismi di sicurezza del governo nella capitale, Damasco, e nella città settentrionale di Aleppo hanno aggiunto un nuovo elemento alla situazione.

Funzionari statunitensi hanno riconosciuto che gruppi vicini ad Al-Qaeda si potrebbero stare sommando agli oppositori e stanno approfittando del caos.

In una dichiarazione pubblicata mercoledì in un sito web di miliziani, un gruppo islamico chiamato Fronte Al-Nusra per Proteggere il Levante si attribuì due esplosioni suicide in Damasco questo sabato. Le esplosioni che hanno colpito l’edificio di intelligenza della forza aerea ed il dipartimento di sicurezza penale, ammazzarono per lo meno 27 persone, ha detto l’agenzia informativa statale.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*