Notizie »

Il pubblico ministero si oppone al viaggio di Renè a Cuba per vedere suo fratello malato

Rene Gonzalez

Rene Gonzalez

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti oggi si è opposto alla richiesta del cubano Renè Gonzalez di tornare temporaneamente a Cuba per visitare suo fratello gravemente malato, secondo una dichiarazione rilasciata dalla Corte di Miami.

“Gli Stati Uniti riconoscono il carattere umanitario della richiesta fatta da Renè Gonzalez, ma si oppongono a tale richiesta sulla base dei problemi di sicurezza dell’FBI”, dice la risposta della pubblica accusa alla mozione presentata dagli avvocati del cubano.

Tuttavia, nei termini di libertà vigilata dati a Renè, che è stato rilasciato dal carcere il 7 ottobre, l’accusa stessa aveva ammesso la possibilità di concedere una deroga per motivi umanitari, fatto che ha negato in questo momento, prova della sua malafede.

Dopo 13 anni di prigione negli Stati Uniti dopo un processo pieno di irregolarità, il regime di Renè è di libertà vigilata e non può tornare sull’isola per due anni, anche se la sua famiglia è a Cuba, compreso suo fratello, l’avvocato Roberto Gonzalez, che è vittima di un cancro molto grave.

Dopo questa risposta da parte del pubblico ministero, la giudice Joan Lenard dovrà prendere una decisione definitiva prossimamente sulla domanda di visitare l’isola per due settimane.

Il documento presentato dal pubblico ministero ha avvertito che, se si autorizza la visita a suo fratello, a Renè dovrebbero essere imposte diverse condizioni:

-Renè sottometta al suo ufficiale di controllo un itinerario dettagliato del suo viaggio, con numero di volo, rotta ed anche informazioni per ubicarlo;
-René non deve riunirsi, né consultare e né comunicarsi con ufficiali dell’intelligenza cubani;
-Durante la sua assenza dal distretto di supervisione (Miami) Renè deve mantenere informato per telefono il suo ufficiale di controllo in Florida;
-L’ordine della Corte che permetta che René viaggi, sarebbe riferito solo alla sua libertà vigilata. Renè dovrebbe anche rispettare tutte le leggi ed i regolamenti degli USA e di Cuba nel viaggio tra i due paesi ed indipendentemente chiedere e ricevere il permesso per viaggiare;
-I termini della libertà vigilata di Renè si mantengono senza cambiamenti e lui deve ritornare negli USA dentro il termine concesso per non violare i termini della sua libertà vigilata.

 

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*