Notizie »

Chavez in forte recupero: “Grazie a Dio, alla scienza medica, a Fidel ed a Raul”

Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Hugo Chavez, confermò da L’Avana che non ha nessun cancro nei suoi organi, né metastasi né danni. “Grazie a Dio, alla vergine ed ai santi per tutto l’appoggio, alla scienza medica, a Fidel ed a Raul” – dichiarò in un programma speciale trasmesso da L’Avana.

Assicurò che “non si sono compiuti i sei giorni completi del recupero, ma qui stiamo in forte recupero, per questo motivo dico grazie a Dio, grazie a tutti ed a tutte.”

Il primo mandatario venezuelano indicò che, come si aveva previsto, la lesione che gli riapparve nella zona pelvica è un ritorno periodico del cancro che gli diagnosticarono inizialmente.

“Non mi sorprese il risultato, confermò quello che si supponeva già, è una ritorno del cancro iniziale”, ha detto nella trasmissione da Cuba, riprodotta da Venezuelana di Televisione.

Secondo il Presidente, come complemento del nuovo intervento chirurgico dovrà sottomettersi a nuove sessioni di radioterapia. Nonostante, ha aggiunto che il recupero dell’operazione sarà più rapido che nell’occasione anteriore.

Assicurò che “non si sono compiuti i sei giorni completi dal recupero, ma qui stiamo in forte recupero, per questo motivo dico grazie a Dio, grazie a tutti ed a tutte.”

Il leader della Rivoluzione Bolivariana ringraziò per l’appoggio e la solidarietà espressa dai suoi omologhi della regione, dopo l’annuncio del suo intervento chirurgico.

Il Capo di Stato indicò che da quando si trova sull’isola caraibica, i suoi colleghi latinoamericani della Bolivia, Evo Morales; del Brasile, Dilma Rousseff; della Colombia, Juan Manuel Santos; dell’Ecuador, Rafael Correa; e dell’Argentina, Cristina Fernandez “si sono preoccupati per me, telefonando.”

Chavez ha menzionato specialmente la chiamata che ha ricevuto dalla presidentessa del Brasile, “le mando un bacio. Ieri (venerdì) mi stava dando alcune raccomandazioni sulla campagna perché anche lei ha dovuto affrontare una campagna sapendo del suo cancro.”
Allo stesso modo, espresse il suo affetto per l’ex mandatario del Brasile Luiz Inacio Lula Da Silva: “Lui mi ha mandato anche un abbraccio. Lui sta uscendo da una situazione difficile”, ha detto Chavez in riferimento al cancro che è stato diagnosticato al politico brasiliano.

“Viva Lula, un applauso per Lula”, ha chiesto il capo di Stato, che il sabato nel pomeriggio sostenne una riunione con parte del suo gabinetto ministeriale che si trasmetterà in differita questa domenica in Venezuelana di Televisione (VTV).

In un altro momento del video, Chavez ha chiesto la sospensione delle aggressioni violente ed armate contro il popolo della Repubblica Araba Siriana.

“Da qui inviamo il nostro messaggio di solidarietà al presidente Bashar Al-Assad ed al popolo della Siria (…) Che cessi l’aggressione che è armata, mercenaria”, ha detto Chavez, affermando che è lo stesso modus operandi che applicarono in Libia contro Muammar Al Gheddafi.

In questo senso, manifestò: “Tutto questo non si può tollerare affatto.”

Durante la settimana, il Capo di Stato si è comunicato telefonicamente col canale dello Stato venezuelano in un paio di occasioni per commentare che continua a rimettersi “acceleratamente” e segue già una dieta che gli permette di ingerire alimenti.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*