Notizie »

Pioggia di scarpe e pietre su Ban Ki-moon a Gaza

Il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon, si dispiacque oggi della situazione dei prigionieri palestinesi nelle carceri di Israele, dopo essere stato bersaglio di scarpe e pietre lanciate dagli abitanti della Striscia di Gaza.

Il titolare dell’ONU realizza questo giovedì una visita a questo territorio, dopo avere avuto un colloquio ieri a Gerusalemme col presidente israeliano, Shimon Peres, ed il primo ministro, Benjamin Netanyahu.

Una nota dell’ufficio del portavoce ufficiale dell’organizzazione mondiale indica che rappresentanti della società civile di Gaza cancellarono un incontro programmato col titolare dell’ONU per protestare contro la situazione dei prigionieri palestinesi in Israele.

Il segretario generale si dispiace della perdita di questa opportunità per un importante scambio con membri della società di Gaza, sottolinea il comunicato.

Espressa che Ban Ki-moon è preoccupato con il tema dei carcerati palestinesi e che ieri sera sostenne una riunione col ministro israeliano incaricato di questo tema, Issa Karake.

Il massimo responsabile dell’ONU e la sua comitiva riceverono oggi una pioggia di scarpe e pietre arrivando a Gaza da parte dei manifestanti che l’accusavano di essere parziale a beneficio di Israele.

Il funzionario finisce in questo territorio un viaggio che cominciò ad Addis Abeba, dove partecipò ad un Incontro dell’Unione Africana, e continuò verso la Giordania ed Israele.

In queste due ultime tappe ha insistito sulla necessità di riannodare le conversazioni di pace tra israeliani e palestinesi, paralizzate da due anni per l’intransigenza di Tel Aviv nel continuare la costruzione di insediamenti di coloni nelle terre occupate.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*