Notizie »

Relazione rivela che caschi azzurri dell’ONU sono responsabili del colera ad Haiti

onu-colera-haitíUn informe dell’accademico Philip Alston e filtrato dal quotidiano The New York Times, rivela che l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è la causante di introdurre il colera ad Haiti, dove si registrano almeno 10.000 morti per l’epidemia.

Il documento che non è una copia definitiva, è stato ricevuto dal segretario generale dell’ONU, Ban Ki-moon, il passato 8 agosto. Nel testo afferma che il colera “non sarebbe esploso se non fosse stato per le azioni delle Nazioni Unite.”

L’accademico si riferisce ad un contingente di 454 caschi azzurri che, infettati dalla malattia, depositarono il loro materiale fecale ed altra spazzatura, in un fiume ubicato nel paesino di Mirebalais.

Alston, professore di Diritto all’Università di New York, criticò l’azione come “moralmente inammissibile, legalmente indifendibile e politicamente autodistruttiva” dell’ONU che secondo lui, fallì nel suo tentativo di sradicare il colera in Haiti.

Inoltre criticò la “doppia morale” delle Nazioni Unite che esige agli Stati membri che siano rispettosi dei diritti umani, “mentre si esime da questa responsabilità lei stessa.”

Inoltre, il professore si dispiacque che l’organismo multilaterale si rifugi nella sua immunità diplomatica, dopo aver “ignorato lo Stato di diritto” nella nazione antillana.

Ci si aspetta che la versione finale della relazione di Alston sarà presentata in settembre prossimo, quando si porti a termine l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Una volta filtrato il documento presentato presso Ban, il portavoce dell’ONU, Farhan Haq, manifestò che purtroppo manca molto per risolvere la critica situazione che soffrono gli haitiani.

“L’ONU è convinta che deve fare molto di più rispetto alla sua propria implicazione nel focolaio iniziale e la sofferenza dei colpiti dal colera”, dichiarò Haq.

In una conferenza stampa informò che “nei prossimi due mesi” si presenterà una nuova risposta, a mo’ di progetto, per fare fronte all’epidemia.

Vittoria popolare

Il capo dell’Ufficio degli Avvocati Internazionali, Mario Joseph, catalogò come “una vittoria per il popolo haitiano” le dichiarazioni del portavoce delle Nazioni Unite.

“È una gran vittoria per le migliaia di haitiani che si mobilitarono per chiedere giustizia, che scrissero all’ONU e presentarono una denuncia contro l’organizzazione”, disse in un comunicato.

Dal 2011, quando l’Istituto per la Giustizia e la Democrazia ad Haiti ha denunciato l’ONU, si sviluppano una serie di accuse formali che tuttavia sono state sempre disistimate.

Nel 2014 la giustizia statunitense rifiutò la denuncia per considerare che non era possibile investigare e processare le Nazioni Unite.

Con informazioni di TeleSur

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*