Notizie »

Papa Francesco inviò i suoi saluti a Fidel Castro arrivando a Cuba

Al suo arrivo oggi a Cuba e dall’aeroporto internazionale Josè Martì, il papa Francesco inviò un saluto al leader storico della Rivoluzione cubana, Fidel Castro. Il Sommo Pontefice nelle sue parole durante la cerimonia ufficiale di benvenuto alla quale ha partecipato il presidente cubano, Raul Castro, gli ha chiesto facesse arrivare questo saluto speciale a Fidel Castro. 

Grazie a tutti quelli che si sono impegnati per preparare questa visita pastorale. “Vorrei chiederle, signore Presidente, che trasmetta i miei sentimenti di speciale considerazione e rispetto a suo fratello Fidel”, puntualizzò il Vescovo di Roma.

Ringraziò inoltre il mandatario per l’accoglienza ricevuta e le sue parole di benvenuto fatte a nome del governo ed il popolo cubani, come alle restanti autorità ed i membri del Corpo Diplomatico presente nella terminal aerea.

Nel suo intervento ricordò che questo anno si celebra l’80° anniversario dello stabilimento di relazioni diplomatiche tra l’isola ed il Vaticano ed aggregò che arriva alla nazione caraibica seguendo le orme dei suoi predecessori, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.

Oggi rinnoviamo questi lacci di cooperazione ed amicizia affinché la Chiesa continui ad accompagnare ed incoraggiare il popolo cubano nelle sue speranze e nelle sue preoccupazioni, ha condannato.

Riferendosi alla Vergine della Carità del Cobre ha detto che sono stati i veterani della Guerra di Indipendenza, mossi da sentimenti di fede e patriottismo che hanno chiesto che la Vergine “Mambisa” fosse la patrona di Cuba come nazione libera e sovrana.

In un’altra parte del suo discorso, ha affermato che Cuba è un arcipelago che guarda verso tutte le strade, con un valore straordinario come chiave tra il nord ed il sud, tra l’est e l’ovest e la sua vocazione culturale è essere punto di incontro affinché tutti i paesi si riuniscano in amicizia, come sognò Josè Martì.

 

da Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

 

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*