Notizie »

I Cinque Cubani assistono ad un pannello sulla letteratura nella Fiera del Libro L’Avana 2015

Non è stato possibile negli ultimi due mesi, e non lo sarà per molto tempo, cominciare all’ora annunciata un’attività alla quale assistano i Cinque Cubani. La loro apparizione suppone la presenza di molte persone desiderose di vederli, salutarli e fare loro delle foto.

Questo è successo precisamente questa mattina nella Sala Nicolas Guillen de La Cabaña, dove si è svolto il pannello “Qui non si arrendere nessuno! Giornalismo e letteratura in difesa dei Cinque” che è stato integrato dal recentemente riconosciuto col Premio Nazionale di Letteratura Eduardo Heras Leon; la giornalista Arleen Rodriguez; Victor Casaus, direttore del Centro Pablo de la Torriente Brau; Javier Salado, integrante del Comitato Internazionale per la Libertà dei Cinque e Juan Carlos Rodriguez, direttore della casa editrice Capitan San Luis.

L’incontro, che è stato un omaggio al Comandante della Rivoluzione Juan Almeida Bosque nel 88° anniversario del suo compleanno, ha compiuto il dovere di ricordare le pubblicazioni letterarie e giornalistiche che hanno contribuito al ritorno a Cuba dei lottatori incarcerati.

Juan Carlos Rodriguez ha iniziato il suo intervento ricordando il primo libro relazionato col tema che ha pubblicato la sua casa editrice. Con prologo di Ricardo Alarcon, “Cicatrices en la memoria” è stato uno dei primi progetti che ha trattato la questione del terrorismo da parte di artisti della plastica.

Un altro testo rilevante per la casa editrice Capitan San Luis è stato “Estados Unidos vs. Cinco Heroes”, del Dr. Roberto Davalos. A partire da questa ricerca, Antonio Guerrero ha affermato di avere compreso che la sua condanna non solo era ingiusta ma anche illegale.

Eduardo Heras Leon ha parlato della corrispondenza che ha mantenuto con Tony durante l’edizione di un libro di decime che l’eroe ha composto dalla prigione inspirato nella vita di Antonio Maceo. D’altra parte, Victor Casaus ha conversato su “Enigmas y otras conversaciones”, volume di più di 400 pagine che tratta differenti aspetti della creatività di Antonio Guerrero, con prologo di Roberto Fernandez Retamar.

Si è parlato anche di “Retrato de una ausencia”, dei giornalisti Oliver Zamora e Nyliam Vazquez. L’opera si distingue, secondo i suoi autori, per abbordare il tema dei Cinque da una visione intimista, perché è narrato a partire dall’esperienza dei famigliari.

L’occasione è servita come opportunità affinché la Casa Editrice Gente Nueva consegnasse a Fernando Gonzales, Gerardo Hernandez, Antonio Guerrero, Ramon Labañino e Renè Gonzalez la Distinzione all’Umiltà Dora Alonso.

di Paola Cabrera Rodriguez

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*