Notizie »

Cresce la cifra di persone senza tetto negli USA

Ogni anno nella città di New York, ci sono 100.000 abitanti che non hanno una casa  per dormire.

Come registra il gruppo Coalition for the Homeless, (Coalizione per i senza tetto), tutte le notti 38.000 newyorchesi dormono nei rifugi della città; includendo 16.000 bambini e 8.000 adulti. Benché molti di più dormano in strade e spazi pubblici, come chiarisce lo stesso gruppo.

Il 90% dei “senza tetto”, sono afro-americani e latini; tra il 40 ed il 50% sono colpiti da problemi psicologici. Ma non tutti hanno la “fortuna” di ricorrere ai rifugi, poiché la capacità di questi è totalmente satura e molti devono ricorrere ad altri sistemi di rifugi.

Un articolo realizzato dal The New York Post, ha fatto riferimento agli “uomini talpe” che vivono nei tunnel dei treni della città; benché non si sappia che quantità di persone vivono lì, sì si conosce che la maggioranza di loro soffrono malattie mentali.

Ma non solo New York sperimenta questi problemi, in New Jersey più di 100 persone hanno stabilito un accampamento dove condividono le loro penurie e vi partecipano latini, afro-americani e bianchi.

Questi accampamenti, chiamate “Obamavilles”, sono distribuiti in tutto il paese, sono circa 60 e danno rifugio ad oltre 100.000 persone. Il più grande si trova nello stato della Florida, vicino a Disneyland, dove vivono circa 300 persone.

Città come Las Vegas e Kansas albergano centinaia di persone che vivono sotto i tunnel e nelle gallerie sotterranee.

Purtroppo non è la prima volta che il paese affronta una crisi e molti dei suoi abitanti devono vivere dove possano.

Negli anni 30, durante la gran depressione e sotto la presidenza di Herbert Hoover, migliaia di americani trovarono rifugi nelle chiamate “Hoovervilles”, chiamate così perché incolpavano il presidente per la crisi.

Mentre l’iniquità continua in aumento in questo paese, e secondo L’Ufficio del Censimento degli Stati Uniti, uno di ogni sei statunitensi vivono nella povertà e non hanno accesso ad un’abitazione. Intanto, la rivista Forbes promuove la vendita dell’appartamento più caro nella città di New York per 130 milioni di dollari, ancora senza averlo costruito.

Mentre questo succede, nella stessa città e nel paese, come contrasto, un milione di bambini, non hanno una casa propria dove ritornare quando escono dalla scuola.

Preso da Rebellion

tradotto da Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*