Notizie »

E’ cominciata la vendita libera di automobili a Cuba

Questo venerdì è entrata in vigore la legge che permette ai cubani ed ai residenti stranieri sull’isola l’acquisto di automobili nuove ed usate. La misura promossa dal consiglio dei Ministri il passato 19 dicembre ha iniettato una dose di curiosità negli abitanti della capitale, che sono andati alle concessionarie statali nella mattinata.

Quando accorriamo oggi in mattinata all’Agencia Sasa Peugeot di Via Bianca e Primelles una ventina di persone si ammucchiavano all’entrata dell’installazione.

Il negozio che fino a poco fa mostrava una povera immagine di tre o quattro automobili in esibizione, oggi fiorisce con un’ampia gamma di marche e modelli che possono apprezzarsi dalla strada. Ma secondo quelli che sono accorsi sul posto, i prezzi di vendita che si sono stabiliti sono troppo alti.

“Il Peugeot 508 che raffigura tra i modelli più recenti nel mondo, ha un prezzo di 262 mila CUC, mentre nei paesi europei costa approssimativamente da 25 mila a 40 mila euro, d’accordo alla versione ed alle prestazioni”, ha commentato Julio, che si trovava sul posto facendo delle foto alle tabelle dei prezzi per portarle alla sua famiglia.

Francisco che è uscito da casa per vedere a dispetto della pioggia, ha detto che nella sua visita in differenti paesi dell’America Latina ha avuto l’opportunità di vedere vari modelli che si commercializzano oggi in diverse località del paese, a prezzi molto inferiori in paragone con quello che si sta vedendo qui.

La legge segnala che “si libera la vendita di motociclette, automobili, camioncini e minibus, nuovi e di seconda mano, per le persone naturali cubani e stranieri residenti nel paese, come per le persone giuridiche straniere ed il corpo diplomatico, stabilendo prezzi al dettaglio simili a quelli che riconosce il mercato tra privati. Questa vendita libera si andrà implementando in maniera graduale, ed in lei avranno priorità quelli che attualmente possiedano le lettere di autorizzazione.”

“L’entrata riscossa servirà per creare un fondo destinato, specialmente, allo sviluppo del trasporto pubblico in tutto il paese “.

Rispetto al destino che avrà quanto riscosso dalle vendite, entrate addizionali ed imposte, un compagno che commentava vicino ad un altro gruppo di persone, ha detto che è una buona iniziativa se si tratta di “salvare” il trasporto pubblico.

“Il trasporto pubblico ha bisogno di un buon spintone, in altri paesi i problemi si danno realmente per imbottigliamenti nella via, non perché la gente non ha come muoversi. Confidiamo in che, almeno, gli stranieri che vivono nel paese si comprino le automobili a questo prezzo, per vedere se con questo possiamo salvare il trasporto pubblico”, hanno concluso Jorge e Marta.

I prezzi sono stati stabiliti per la vendita al dettaglio in base ai seguenti criteri, secondo la Risoluzione del Ministero delle Finanze:

Per le automobili nuove: un indice di 8.0 sul costo in negozio (costo di acquisizione del veicolo più le spese, fino a situarlo nell’area di vendita), addizionando a questo risultato l’importo del dazio.

Per le automobili usate che erano in affitto: il prezzo si stabilirà in accordo tra TRANSTUR e la concessionaria autorizzata, prendendo come base il valore non deprezzato medio di ogni lotto, più le spese fatte fino a situarlo nel punto di vendita. Si applica per TRANSTUR il deprezzamento accelerato tra un 35 ed un 40% annuale.

Il V Congresso del Partito Comunista di Cuba, realizzato nell’aprile del 2011, ha deciso di dare priorità allo sviluppo del trasporto pubblico dei passeggeri, destinando a detto proposito tutto il finanziamento disponibile. Il deterioramento accumulato nel trasporto pubblico ed i benefici che questo rappresenta per la maggioranza della popolazione, sono fondamenti essenziali nei quali si è sostenuta la decisione adottata. Inoltre, si è tenuto in conto la limitata infrastruttura stradale del paese e gli elevati costi del combustibile, come la necessità di evitare l’incremento dell’inquinamento dell’ecosistema, mediante l’utilizzo del trasporto collettivo che risulta più efficiente trasportando un maggiore numero di persone.

foto e testo di Luis E. Lopez Dominguez, per Cubadebate

traduzione di Ida Garberi   

1 Comentario

Hacer un comentario
  1. Carla / www.mobatoo.com/tipos-de-pegatinas-para/moviles/7/

    Casi nunca me encuentro con un blog o una noticia que sera entretenido
    a la par de educativo y quiero decirles que estoy impresionado con lo que me he
    encontrado en esta pagina, seguir escribiendo así

    Responder     

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*