Notizie »

Finché non ritorneranno, continuerà a piovere

La notte prometteva pioggia. Così le poche stelle nel cielo lo vaticinavano. Una e poi un’altra nuvola sorvolavano la città dei parchi, mentre si produce un leggero, ma percettibile, cambiamento di temperatura.

Prossime le nove della sera, arriviamo fino alla comunità Emilio Barcenas, dove “cederisti” e federate, accompagnati dai più giovani del quartiere, ci aspettavano per un fraterno incontro coi delegati dell’IX Colloquio per la Liberazione dei Cinque e contro il Terrorismo.

Fiori, bandiere, cartelli adornavano le strade convertite in tribuna. “Non siamo tutti, mancano i Cinque” – assentivano una ed un’altra volta. I bambini ballavano mentre i delegati sorridevano. I nastri gialli passavano di mano in mano, in un’occasione che è stata anche propizia per lo scambio di libri.

Le prime gocce di pioggia cadevano sulle nostre teste, ma niente era più importante dei nessi di fratellanza che si stavano tessendo. L’orologio continuava il suo corso abituale e l’acquazzone non si conteneva; ragione per la quale dovemmo cercare riparo nelle case vicine.

Erano le dieci della notte quando lo abbiamo visto arrivare. La pioggia non ha costituito un freno per l’abbraccio con gli abitanti di Holguin. Renè Gonzalez, Eroe della Repubblica di Cuba, era lì. Bagnato come noi, ma sorridente, nella sala di una modesta abitazione della calle 26.

Con le lacrime agli occhi, Nilda Turuel Torres ci racconta che riceverlo nella sua casa costituisce un privilegio enorme, non ha parole per descrivere quello che sente. “Noi stiamo preparando questa attività da molto tempo, ma quando ho saputo la notizia che veniva Renè, in realtà mi sono emozionata molto, ed ho pianto, ma non è tristezza, è emozione.”

“Avere Renè qui, nella nostra casa, vederlo coi bambini, con noi, ci dà forza per continuare la nostra lotta contro l’impero brutale che li ha imprigionati”, ha aggiunto.

“Continuerà a piovere come in ogni colloquio, perché finché non abbiamo in Cuba i Cinque, anche la terra piange”–mi dice una compagna in mezzo all’incontro, quando cerco di asciugare le gocce di pioggia dai miei occhiali.

di Yosbel Bullain Viltres e Daylen Vega Muguercia

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*