Notizie »

Fondano il Club Martiano per la liberazione dei Cinque cubani

Con la costituzione oggi qui del Club Martiano per la liberazione dei Cinque cubani ingiustamente condannati negli Stati Uniti, si apre un nuovo fronte di battaglia per promuovere il loro ritorno sull’isola.

L’iniziativa, spinta dalla Società Culturale Josè Martì (SCJM) ed il suo presidente, Armando Hart, appare quando si compiono 15 anni dall’incarceramento di Gerardo Hernandez, Ramon Labañino, Fernando Gonzalez, Antonio Guerrero e Renè Gonzalez.

Riferendosi all’importanza della nuova società, Renè Gonzalez ha ricordato le allerte formulate da Martí, Eroe Nazionale dell’isola, rispetto all’odio ed al disprezzo che, come ha dichiarato, “i governi di Washington promossero ed espressero per decadi contro questa nazione”.

“Lo stesso accanimento con cui hanno trattato me ed i miei compagni dopo essere stati catturati, e che dovranno affrontare le nuove generazioni dei cubani”, ha affermato Renè nel Museo Fragua Martiana, in questa capitale.

Precisamente, il luogo dove Josè Martì è stato sottomesso ai lavori forzati, condannato dal colonialismo spagnolo.

da Prensa Latina

traduzione e foto Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*