Notizie »

Al mio amico che non vuole votare martedì

Michael Moore

Michael Moore

Lo capisco–e non ti do la colpa. Sei stufo e non ti importa niente se Tweedledee o Tweedledumber vince questo martedì–perché mercoledì la tua vita sarà la stessa, senza cambiamenti, senza che ti importi chi sarà il presidente. La tua ipoteca continuerà sotto l’acqua. Dovrai restituire ancora $50,000 del tuo prestito studentesco. Tuo figlio continuerà in Afghanistan. Tua figlia continuerà a svolgere due lavori per sussistere. E la benzina continuerà a costare $4.00.

Quattro anni fa hai ceduto ed hai votato–ed hai votato per Obama. Hai voluto credere che lui avrebbe perseguito i ladri di Wall Street che hanno fatto collassare l’economia–ma, invece le banche che quattro anni fa erano “troppo grandi per fallire” ora sono ancora più grandi e pericolose. Hai pensato che ci sarebbe stata un’assistenza sanitaria universale–ma la nuova legge è arrivata solo fino ad un certo punto (la maggior parte della stessa non entrerà in vigore fino al 2014). Eri stanco della guerra e delle misure di sicurezza nazionale che violavano le nostre libertà–ma continuiamo in Afghanistan, stiamo inviando aeroplani non pilotati in Pakistan ed i diritti costituzionali di base dell’intimità e per un giudizio giusto sono stati ignorati. Ed hai pensato che avresti avuto una classe media ed un impiego ben pagato come tuo padre lo ha avuto–ma non sapevi che Goldman Sachs è stato il donatore privato #1 della campagna di Obama nel 2008, e lui era in debito con la Corporazione America in diversi modi, più di quelli che ci preoccupavano allora.

Pertanto, capisco perché sei arrabbiato con tutti questi politici e con le elezioni. Alla fine, questo in realtà non sembra essere più il nostro paese. È diretto da quelli che possono comprare la maggiore quantità di politici che vogliono. Le nostre scuole sono una priorità poco importante e le donne devono continuare a lottare per i diritti umani di base che credevamo che avevano già ottenuto.

Di modo che, è difficile per me chiederti questo favore molto personale. Ti capisco se dici “no”, ma spero che non lo dirai.

Non posso credere che sia possibile che dopo che un gruppo di plutocrati ricchi hanno rovinato l’economia, lasciando gente senza lavoro ed hanno rubato il nostro futuro, possiamo consegnare realmente le chiavi del nostro paese ad… un plutocrate repubblicano ricco che ha guadagnato milioni lasciando gente senza lavoro! Questa è una pazzia, e nonostante tutte le critiche legittime ad Obama, non sono nulla, rispetto al tsunami di odio e di furto corporativo che avrà luogo se Mitt Romney sarà presidente. Nonostante la situazione sia pesante già adesso, potrà solo peggiorare. Ho bisogno del tuo aiuto per fermare tutto ciò.

Non posso prometterti che la tua vita migliorerà, che sarà più facile sotto l’amministrazione di Obama. Se penso che lui non si preoccupa, sono sicuro che se l’altro tipo si siede nell’Ufficio Ovale, posso garantirti che la tua vita non solo non migliorerà, ma seguirà molto, molto peggio.

Non credere alle mie parole. Domanda solo ai tuoi genitori come era la vita prima del saccheggio della classe media da parte dei repubblicani per trenta anni. I tuoi genitori hanno comprato una casa e col tempo ne sono diventati i padroni, completamente. Non avevano debiti. L’Università era gratis. Compravano un’automobile ogni tre o quattro anni. Godevano le ferie e stavano in casa per la cena attorno alle 5 o 6 pm. Avevano conti di risparmio nella banca. Non vivevano con paura di non sapere se avessero avuto un impiego il prossimo anno.

Tutto questo è finito. Non so se possiamo recuperarlo, ma sì so che il Sig. Romney vorrebbe avere l’opportunità per completare l’eliminazione definitiva della classe media e del Sogno Americano.

Deve essere fermato. Concediti 20 minuti martedì, e vai a votare. Se non vuoi farlo per il tuo paese, allora fallo per me! È l’unico favore che ti chiederò.

Grazie per concedermi il tempo per leggere questo articolo. So che ti preoccupi profondamente per il tuo futuro e quello dei tuoi figli. Hai tutto il diritto di essere cinico su tutto questo. Ed hai il potere per fermare quei bastardi che decidono di spremerti fino all’ultimo centesimo.

Prendi una posizione. Ed emetti una dichiarazione per quelli che stanno aspettando contro ogni speranza che rimarrai in casa martedì. La tua presenza alle urne è quella che più temono.

Spaventali per me.

Un abbraccio,

Michael Moore

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*