Notizie »

Droni del terrorismo di Stato

L’uso di tenebrosi droni sul Pakistan continua a dare molto da parlare e motivi in eccesso per indignarsi. Due riconosciute università statunitensi, quelle di Stanford e New York, si presero il lavoro di investigare sul terreno e risulta che dal 2004 sono stati assassinati, mediante queste imbarcazioni teleguidate, tra 470 e 880 civili, tra loro 176 bambini, benché il governo si impegni ad affermare che tutti erano insorti.

Se non si tratta di terrorismo di Stato puro e duro, come chiamare allora la sottomissione a perpetuo stato di panico di una regione intera, sotto la permanente minaccia di morte dal cielo, che sta danneggiando lo stile di vita della popolazione? I bambini sono troppo spaventati per andare a scuola, gli adulti hanno paura di accorrere a matrimoni, funzioni funebri, incontri di commercio o per qualunque cosa che abbia a che vedere con riunirsi in gruppi, segnala uno degli autori dello studio.

Alla fine del lavoro l’unico risultato raggiunto è stato che il 74% dei pachistani considera gli Stati Uniti come nemico, concludono gli investigatori.

Ma nonostante tanto negativo bilancio politico si continua ad infliggere sofferenze, come se di un morboso piacere si trattasse per i pretesi padroni del mondo e delle sue vite umane.

scritto da Hugo Rius

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*