Notizie »

Partecipazione di “Simon Trinidad” nel dialogo di pace è legale, afferma procura generale colombiana

Simon Trinidad

Simon Trinidad

Il pubblico ministero generale della Colombia, Eduardo Montealegre, ha assicurato che “è possibile giuridicamente” che il membro delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC) Ricardo Palmera, alias ‘Simon Trinidad ‘, possa partecipare “virtualmente” nelle negoziazioni di pace col governo del presidente Juan Manuel Santos.

La guerriglia propose Simon Trinidad come uno dei membri della sua squadra di mediatori, nonostante si trovi detenuto negli Stati Uniti. Nella sua prima reazione dopo conoscere i designati dalle FARC per il processo, Santos aveva già fatto notare che “ci sono cose che si possono fare ed altre che no”, in un’apparente allusione a Simon Trinidad.

Montealegre ha spiegato, in dichiarazioni ai mezzi di comunicazione, che “è possibile giuridicamente” che il leader guerrigliero “si comunichi virtualmente”. La legge “non stabilisce nessuna proibizione” a questo rispetto, per questo che potrebbe invischiarsi nel dialogo “attraverso video conferenze, attraverso mezzi di comunicazione radiali o audiovisivi.”

Il pubblico ministero, tuttavia, ha ricordato che le FARC non possono esigere la sua liberazione, tra altre ragioni perché, benché le autorità colombiane possano sospendere gli ordini di arresto sui guerriglieri mediatori, il caso di Simon Trinidad “è giurisdizione delle autorità nordamericane.”

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*