Notizie »

Gianluigi Buffon è accusato di scommesse illegali per 1.5 milioni di euro

Il portiere della nazionale italiana di calcio e della Juventus, Gianluigi Buffon, avrebbe effettuato scommesse illegali per un totale di un milione e mezzo di euro, hanno dichiarato i  mezzi di stampa locali.

Viene menzionato un verbale della Guardia di Finanza (la polizia fiscale) di Torino che è inserito a sua volta in un fascicolo della Procura di Cremona (incaricata del caso degli incontri truccati), secondo il quale tra i mesi di Gennaio  e Settembre del 2010 Buffon firmò 14 assegni per un totale di 585mila euro.

Questi assegni  vennero emessi a favore di Massimo Alfieri, titolare di un negozio della città di Parma dove si realizzano scommesse sulle partite di calcio.

Secondo il rapporto, l’avvocato di Buffon si sarebbe rifiutato di dare informazioni sugli assegni firmati dal giocatore, ma la banca depositaria del conto corrente ha ipotizzato che i soldi potrebbero essere stati destinati alle scommesse illegali.

Fonti  giudiziarie citate dai giornalisti hanno specificato, comunque, che Buffon non si trova sotto inchiesta per il caso delle partite truccate che Lunedì scorso ha portato all’arresto di 19 persone, tra di loro il difensore della suqadra di calcio della Lazio, Stefano Mauri, e l’ex capitano del Genoa, Omar Milanetto.

Le persone arrestate sono state accusate di appartenere ad una rete internazionale che falsifica i risultati degli incontri di Serie A e B del Campionato di calcio italiano per guadagnare milioni di euro attraverso scommesse illegali.

Preso da www.cubadebate.cu

Traduzione di Paola Flauto

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*