Notizie »

Papa Benedetto XVI approva il primo passo verso la santificazione di Felix Varela

Felix Varela

Felix Varela

Il Papa Benedetto XVI ha riconosciuto le “virtù eroiche del Servo di Dio” del sacerdote cubano Felix Varela (1788-1853), primo passo verso la santificazione del religioso, ha informato oggi il Vaticano.

Il riconoscimento è stato effettuato lo scorso 14 marzo, quando il papa – ha precisato oggi il Vaticano -autorizzò la Congregazione per le Cause dei Santi ad emanare il decreto attraverso il quale vengono riconosciute le “virtù eroiche del sacerdote cubano nato a L’Avana il 20 novembre 1788 e morto a San Agustin (Stati Uniti) il 25 febbraio 1853.

Qualche anno fa durante una visita a Cuba il Cardinale Segretario di Stato Vaticano, Tarcisio Bertone, descrisse Felix Varela come un “uomo di pace e bene” e “modello di umanità”.

Varela viene considerato non solamente come il più importante pedagogo e pensatore cubano indipendentista ma anche come un sacerdote esemplare che dedicò la sua vita agli umili, agli orfani ed agli immigrati.

Lottatore infaticabile contro il colonialismo spagnolo sull’isola, morì in esilio nella città di San Agustin, in Florida (USA). I suoi resti furono portati a Cuba nel 1911 e riposano nell’Aula Magna dell’Università de L’Avana.

Il procedimento diocesano di beatificazione dell’ “uomo che ci insegnò a pensare”, come dicono di lui i cubani, cominciò nel mese di febbraio dell’anno 1986.

Durante questo processo in molti hanno scoperto la ricchezza spirituale di padre Varela e nelle parole del Cardinale e Arcivescovo de L’Avana, Jaime Ortega, per tale procedimento sono stati redatti i suoi testi in spagnolo e in inglese, così come il suo pensiero.

Cuba ha già due beati, Olallo Valdes dell’ordine di San Juan de Dios (L’Avana 1820 – Camaguey 1889) e Josè Lopez Piteira (Camaguey 1913 – Paracuellos del Jarama, España, 1936), che fu beatificato insieme a 497 religiosi assassinati durante la Seconda Republica e la Guerra Civile in Spagna, nel 1934 e nel 1936-39.

Il cammino verso la santificazione ha varie tappe: la prima è la condizione di Venerabile Servo di Dio, la seconda Beato e la terza Santo.

Venerabile Servo di Dio è il titolo che si da ad una persona deceduta a cui viene riconosciuto di aver vissuto le virtù in modo eroico.

Affinchè un venerabile venga beatificato è necessario dimostrare che si sia verificato un miracolo grazie alla sua intercessione e affinché venga canonizzato (reso santo) è necessario un secondo miracolo. Questo secondo miracolo deve avvenire dopo la proclamazione della beatificazione.

Nel caso del martirio, ossia, di coloro i quali morirono per non aver rinunciato alla propria fede cattolica, non è necessario aver compiuto un miracolo per essere beatificato, ma rimane obbligatorio averlo compiuto ai fini della canonizzazione.

Per la Chiesa Cattolica è martire colui il quale da la propria vita in nome di Cristo, che è testimone della fede.

Non viene considerato martire colui il quale abbia dato la stessa in nome di un ideale, per quanto nobile sia.

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Paola Flauto

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*