Notizie »

Ora, tocca a te

I Paesi Bassi, fino ad ora, una delle economie più stabili d’Europa ha appena visto la caduta del suo governo come conseguenza del peso della crisi e dei ritagli ed affronta un aumento di persone che vivono al limite della sopravvivenza. (Fonte: BBC)
Guglielmo Tell

Chi ha detto che ci sarebbero isolotti intoccabili in Europa? Non possono esserci, se i 27 Stati dell’Unione, nell’idea integratrice partono dall’accettazione di incatenare tra loro le economie, benché con evidenti asimmetrie, dal momento che alcuni membri sembrano andare avanti con vantaggio ed altri, in svantaggio, sono quelli che soffrono di più la crisi.

Ma ora è il caso che tocca a tutti, alcuni dopo gli altri, come tessere di domino in fila, cadere negli artigli della recessione e gli ingrossati deficit preventivi, figli legittimi dello stesso sistema capitalista irrazionale.

Il collasso del governo di Mark Rutte che cercava ritagliare US$21.000 milioni per raggiungere l’obiettivo di deficit del 3% imposto dall’Unione Europea, ha mostrato il volto nascosto di certi Paesi Bassi d’apparenza prospera e stabile. Lì ci sono circa 60 mila persone che dipendono dalle mense sociali per alimentarsi perché i salari sono diventati troppo stretti, una disoccupazione che colpisce già un 6% della popolazione, il livello più alto in sei anni, ed il commercio di prodotti e servizi depresso.

Ora tocca a te, Olanda.

scritto da Hugo Rius

preso da www.cubadebate.cu

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*