Notizie »

E’ cominciato il dibattito nel senato argentino per ottenere sovranità energetica

Il senato argentino cominciò oggi il dibattito del disegno di legge spinto dal Governo per espropriare il 51% delle azioni dell’industria petrolifera YPF alla spagnola Repsol ed ottenere la sovranità energetica del paese.

L’iniziativa, inviata al Parlamento il passato 16 aprile, ha l’appoggio dei legislatori del governo e di vari partiti dell’opposizione.

Secondo il senatore Marcelo Fuentes che presiede la commissione di Temi Costituzionali, la sola espropriazione non risolve il problema, ma è l’inizio della soluzione per dare sovranità energetica allo Stato argentino, fatto di cui sono coscienti i parlamentari filo-governativi.

La proposta governativa non è un atto capriccioso né un atto isolato, ma fa parte di un processo iniziato nel 2003, con la presidenza di Nestor Kirchner, ha calcolato Fuentes.

Il progetto è un prodotto conseguente ed una necessità imperiosa di concretare in materia energetica la reversione fondamentale dei paradigmi che caratterizzarono i tempi con preminenza neoliberale, enfatizzò.

La proposta del governo ha raggiunto la settimana scorsa un giudizio di maggioranza delle commissioni dei Temi costituzionali, Presupposto ed il Fisco; e Settore minerario, energia e combustibili, e si aspetta che riesca ad ottenere senza contrattempi l’approvazione della camera alta.

con informazioni di Prensa Latina

traduzione di Ida Garberi

Deja un comentario

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

*